Alcuni studenti che devono svolgere l’esame di maturità, in attesa di essere vaccinati, a Roma (Cecilia Fabiano/ LaPresse)
  • Italia
  • giovedì 3 Giugno 2021

Chi può vaccinarsi da oggi

Da giovedì le vaccinazioni sono aperte a tutte le fasce d'età, ma le regioni stanno andando in ordine sparso: le cose da sapere

Alcuni studenti che devono svolgere l’esame di maturità, in attesa di essere vaccinati, a Roma (Cecilia Fabiano/ LaPresse)

Da oggi, giovedì 3 giugno, tutte le regioni possono iniziare a somministrare i vaccini contro il coronavirus a tutte le fasce d’età, come ha annunciato mercoledì il ministro della Salute, Roberto Speranza. Da oggi, inoltre, come già aveva anticipato Francesco Figliuolo, Commissario straordinario per l’​emergenza COVID-19, possono iniziare le vaccinazioni interne alle aziende che decideranno di farlo.

Ciononostante, spetta alle singole regioni decidere quando aprire le prenotazioni anche ai più giovani e quindi, come già è successo finora, le aperture avverranno in tempi e modi diversi da regione a regione.

In Abruzzo dalle 14 di giovedì 3 giugno potranno prenotarsi tutte le persone che abbiano compiuto 16 anni. L’apertura delle prenotazioni per la fascia di età tra i 12 e i 15 anni avverrà nei prossimi giorni, ma non è stata indicata una data.

In Basilicata al momento non è stata comunicata la data per l’apertura delle prenotazioni di tutte le fasce d’età. Ad oggi le ultime prenotazioni aperte riguardano i maggiori di 50 anni.

In Calabria dal 3 giugno possono prenotarsi tutte le persone che abbiano dai 12 anni in su.

Le cose da sapere sul coronavirus

In Campania dalle 22 del 2 giugno le prenotazioni dei vaccini sono aperte a tutte le persone dai 12 anni in su.

In Emilia-Romagna dal 3 giugno riceveranno l’appuntamento per la vaccinazione i maggior di 40 anni che negli scorsi giorni avevano sottoscritto una pre adesione. Il 4 giugno potranno prenotarsi tutti i maggiori di 40 anni non ancora registrati. Dal 7 giugno si potranno prenotare anche le persone che abbiano tra i 12 e i 39 anni. Le vaccinazioni avverranno a scaglioni per fascia d’età, anteponendo i nati tra il 2002 e il 2009, e gli operatori turistici.

In Friuli Venezia Giulia dal 3 giugno sono aperte le prenotazioni del vaccino per tutte le persone che abbiano almeno 16 anni.

Nel Lazio al momento le ultime prenotazioni aperte sono quelle per le persone con un’età compresa tra 40 e 43 anni, dopo che nei giorni scorsi erano state aperte anche alle fasce d’età maggiori. Non è stata comunicata una data per l’apertura delle prenotazioni alle altre fasce d’età. Dal 1º al 3 giugno è stata aperta anche la vaccinazione senza prenotazione agli studenti che devono affrontare l’esame di maturità.

In Liguria attualmente possono prenotarsi le persone dai 40 anni in su, mentre dal 4 giugno potranno prenotarsi (solo online) anche le persone che abbiano tra i 35 e i 39 anni. Chi voglia prenotarsi in altro modo potrà farlo dal 7 giugno. Le prenotazioni avverranno a scaglioni: il 7 giugno potranno prenotarsi i 30-34enni; l’8 giugno i 25-29enni; e il 9 giugno i 20-24enni. In seguito le prenotazioni dovrebbero essere aperte anche alle persone di età inferiore.

In Lombardia dalle 23 del 2 giugno possono prenotarsi per il vaccino tutte le persone che abbiano tra i 12 e i 29.

Nelle Marche al momento sono aperte le prenotazioni per le persone con più di 40 anni, e per tutte le persone dai 16 anni in su che abbiano altre patologie che possano aggravare l’infezione da coronavirus. Inoltre dal 2 giugno e fino al 6 possono vaccinarsi senza prenotazione gli studenti maturandi.

In Molise dal 3 giugno possono prenotarsi le persone che abbiano tra i 30 e i 39 anni, mentre per la fascia 20-29 le prenotazioni saranno aperte dal 5 giugno.

In Piemonte dal 3 giugno possono prenotarsi le persone che abbiano tra i 16 e i 29 anni. Le ultime prenotazioni aperte avevano riguardato la fascia 30-39 anni. Sempre dal 3 giugno le persone che abbiano tra i 18 e i 28 anni possono prenotare la vaccinazione nel corso dell’Open night organizzata sabato 5 giugno (tra le 21.30 di sabato e le 3.30 della notte di domenica) presso l’hub di Reale Mutua a Torino. La prenotazione sarà possibile fino all’esaurimento dei mille posti disponibili.

In Puglia dal 3 giugno possono prenotarsi tutti i maggiori di 16 anni. Finora la prenotazione era limitata ai maggiori di 40 anni. Le prenotazioni avverranno a scaglioni: il 3 giugno si inizierà con i nati dal 1982 al 1986; il 5 giugno toccherà ai nati dal 1987 al 1991; il 7 giugno ai nati dal 1992 al 1996; il 9 giugno ai nati dal 1997 al 2001; e l’11 giugno ai nati dal 2002 al 2005.

In Sardegna dal 4 giugno verranno aperte le prenotazioni del vaccino per tutte le persone dai 16 ai 39 anni, dopo che nei giorni scorsi erano state aperte quelle per i maggiori di 40 anni.

In Sicilia dal 3 giugno sono aperte le prenotazioni per chi abbia tra i 16 e i 39 anni.

In Toscana dal 7 giugno apriranno le prenotazioni per le persone che abbiano più di 16 anni. Le prenotazioni avverranno a scaglioni, a seconda dell’anno di nascita: il 7 giugno potranno prenotarsi i nati nel biennio 1992-1993; l’8 si aprirà al biennio 1994-1995; il 9 al 1996-1997; il 10 al 1998-1999, l’11 al 2000- 2001-2002; e il 12 al triennio 2003-2004-2005.

In Trentino dal 3 giugno possono prenotarsi per il vaccino le persone che abbiano tra i 45 ed i 49 anni, e dal 7 giugno le prenotazioni saranno aperte anche a chi ha tra 40 e 44 anni. In Alto Adige, invece, dal 3 giugno sono aperte le prenotazioni alle persone che abbiano tra i 16 e i 18 anni: dal 27 maggio erano aperte a tutti i maggiori di 18 anni.

In Umbria già dal 31 maggio possono prenotarsi per il vaccino tutte le persone he abbiano dai 16 anni in su.

In Valle d’Aosta al momento non è stata comunicata una data di apertura per le prenotazioni di tutte le fasce d’età. Le ultime prenotazioni aperte avevano riguardato la fascia di età 40-49 anni, con comorbidità, ovvero con patologie che possono aumentare il rischio di sviluppare forme gravi di COVID-19. Il 2 giugno c’è stato però l’Astra Open Day, a cui hanno potuto aderire tutti i cittadini di età superiore ai 18 anni, a cui è stato somministrato il vaccino di AstraZeneca.

In Veneto dal 3 giugno sono aperte le prenotazioni per tutte le persone dai 12 anni in su.

– Leggi anche: La teoria sull’origine del coronavirus in laboratorio, dall’inizio