• mercoledì 26 Maggio 2021

Una canzone dei Modest Mouse

Ci dev'essere dell'altro, a Portland, a essere visitatori meno superficiali

(Steven Ferdman/Getty Images)

Le Canzoni è la newsletter serale che ricevono gli abbonati del Post, scritta e confezionata da Luca Sofri (peraltro direttore del Post): e che parla, imprevedibilmente, di canzoni. L’indomani – il martedì, mercoledì e venerdì – la pubblichiamo sul Post, ci si iscrive qui.
Venerdì è uscito il disco nuovo dei Counting Crows, che è fatto di sole quattro canzoni e infatti si chiama Butter Miracle Suite One (su Spotify), con l'idea che poi ci sarà un Two: e che sia una Suite, e che quindi le quattro canzoni siano legate senza interruzione l'una all'altra. Ma qualcuno ha fatto dei pasticci e il disco è uscito invece con le versioni che iniziano e finiscono separate, e sono passati tre giorni prima che Adam Duritz scrivesse "scusate, abbiamo fatto dei pasticci" e facessero uscire una nuova versione del disco, e tutto quanto ha piuttosto confuso i fan.
In tutto questo, le canzoni sono fatte a forma di belle canzoni dei Counting Crows, ma non proprio di GRANDI canzoni dei Counting Crows. La cosa più bella per me è che in una delle promozioni del disco Adam Duritz ha messo tra i suoi dieci dischi preferiti A walk across the rooftops dei Blue Nile (su Spotify).
Sulla questione del test antidroga dei Måneskin, il più spiritoso è stato Vasco Rossi (speriamo non lo veda Giorgino).
Daniele Cassandro ha raccontato su Internazionale di quando i Pet Shop Boys adottarono Liza Minnelli.
Adesso vi dirò una cosa da amico, un gesto di grande fiducia, perché d'ora in poi mi terrete in pugno e potrete usarla sempre contro di me: gli americani hanno quel termine - "guilty pleasure" - che nobilita questo genere di cose ma io non vorrò usarlo, perché non lo merito: la chiamerò semplicemente la canzone più imbarazzante che non riesco a smettere di canticchiare per ore dopo averla ascoltata uscire da qualche anfratto. Ecco, ora mi possedete.

Abbonati al

Questa pagina fa parte dei contenuti visibili agli abbonati del Post. Se lo sei puoi accedere, se non lo sei puoi esserlo.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.