L’Unione Europea non ha rinnovato il contratto con AstraZeneca per ordinare altre dosi del suo vaccino

Il commissario europeo per il mercato interno e i servizi, Thierry Breton, ha detto che l’Unione Europea non ha rinnovato il suo contratto con l’azienda farmaceutica britannico-svedese AstraZeneca, che prevede l’acquisto di dosi del vaccino contro il coronavirus fino a giugno. Oltre giugno, quindi, l’Unione Europea potrebbe non rifornirsi più da AstraZeneca, a meno di nuovi accordi futuri, che Breton non ha escluso.

La decisione è stata annunciata dopo che due settimane fa la Commissione Europea aveva fatto causa ad AstraZeneca per non aver rispettato il contratto sulle consegne dei vaccini. In base al contratto, AstraZeneca si era impegnata a consegnare in tutto 300 milioni di dosi di vaccino tra dicembre 2020 e giugno 2021: alla fine di marzo aveva consegnato però solamente 30 delle 120 milioni di dosi previste, e entro la fine di giugno prevede di consegnarne solo 70 delle 180 milioni rimanenti.

– Leggi anche: La Commissione Europea ha fatto causa ad AstraZeneca

Vuoi capire meglio cosa succede in Europa?

(AP Photo/Vincent Thian)