• Italia
  • venerdì 23 Aprile 2021

I dati sul coronavirus in Italia di oggi, venerdì 23 aprile

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 14.761 casi positivi da coronavirus e 342 morti a causa della COVID-19. Attualmente i ricoverati sono 24.419 (696 in meno di ieri), di cui 2.979 nei reparti di terapia intensiva (42 in meno di ieri) e 21.440 negli altri reparti (654 in meno di ieri). Sono stati analizzati 175.152 tamponi molecolari e 140.548 test rapidi antigenici. La percentuale di tamponi molecolari positivi è stata del 7,9 per cento, mentre quella dei test antigenici dello 0,6 per cento. Nella giornata di giovedì i contagi registrati erano stati 16.232 e i morti 360.

Le regioni che hanno registrato più casi nelle ultime 24 ore sono Lombardia (2.304), Campania (1.970), Puglia (1.692), Lazio (1.221) ed Emilia-Romagna (1.104).

Le principali notizie della giornata
Per la prima volta dalla metà di febbraio il numero di nuovi positivi trovati nell’ultima settimana è stato inferiore a 100mila: dal 16 al 22 aprile sono stati 94.809, il 12,7 per cento in meno rispetto ai sette giorni precedenti. In molte regioni è calata la pressione sui reparti di terapia intensiva e anche l’andamento dei decessi è in forte diminuzione. Anche la campagna vaccinale ha avuto una certa accelerazione: più volte negli ultimi giorni sono state superate le 350mila somministrazioni al giorno e le nuove forniture dei vaccini dovrebbero consentire alle regioni di aumentare i ritmi nelle prossime settimane. Ne parliamo meglio nell’articolo sui dati dell’epidemia in Italia negli ultimi sette giorni.

Le cose da sapere sul coronavirus

Da lunedì 26 aprile nella provincia autonoma di Bolzano saranno rilasciati i primi “Corona-pass”, i certificati che consentono di entrare in alcune aree oppure partecipare ad attività riservate solo a chi può dimostrare di far parte di tre categorie di persone: i vaccinati, i guariti dal COVID-19 e i negativi a un test per il coronavirus (nei primi due casi il certificato è valido sei mesi, nel terzo 72 ore dalla realizzazione del test). I “Corona-pass” dell’Alto Adige saranno i primi certificati di questo tipo a essere usati in Italia: li raccontiamo qui.

– Leggi anche: La situazione dei vaccini in Italia, in tempo reale