• Italia
  • giovedì 25 Marzo 2021

I dati sul coronavirus in Italia di oggi, giovedì 25 marzo

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 23.696 casi positivi da coronavirus e 460 morti a causa della COVID-19. Attualmente i ricoverati sono 32.044 (18 in più di ieri), di cui 3.620 nei reparti di terapia intensiva (32 in più di ieri) e 28.424 negli altri reparti (14 in meno di ieri). Sono stati analizzati 203.176 tamponi molecolari e 146.296 test rapidi antigenici. La percentuale di tamponi molecolari positivi è stata del 10,7 per cento, mentre quella dei test antigenici dell’1,3 per cento. Nella giornata di mercoledì i contagi registrati erano stati 21.231 e i morti 460.

Le regioni che hanno registrato più casi nelle ultime 24 ore sono Lombardia (5.046), Piemonte (2.582), Emilia-Romagna (2.070), Campania (2.068) e Lazio (2.055).

Le principali notizie della giornata
• L’azienda farmaceutica britannico-svedese AstraZeneca ha fornito informazioni più precise sull’esito del test clinico condotto negli Stati Uniti per verificare sicurezza ed efficacia del proprio vaccino contro il coronavirus, i cui risultati erano stati parzialmente anticipati lunedì 22 marzo con qualche polemica. Il vaccino ha registrato un’efficacia del 76 per cento nel ridurre i rischi della COVID-19, e si è rivelato efficace al 100 per cento contro le forme gravi della malattia, che possono rendere necessario un ricovero in ospedale e in alcuni casi avere conseguenze letali. Ne parliamo meglio qui.

Le cose da sapere sul coronavirus

Lunedì 22 marzo, a causa di un riconteggio su casi vecchi, la provincia autonoma di Bolzano ha comunicato un numero spropositato di nuovi positivi, oltre 10mila, mentre nell’ultimo mese raramente erano stati superati i 200 casi giornalieri. Come si può vedere bene da questa mappa pubblicata dall’Economist, i grafici di molti giornali mostrano un picco sproporzionato dei nuovi casi nella provincia di Bolzano rispetto a tutto il resto d’Europa.


– Leggi anche: La situazione dei vaccini in Italia, in tempo reale