È morto James Levine, che fu a lungo principale direttore d’orchestra del Metropolitan Opera House di New York

È morto a 77 anni James Levine, noto per essere stato per più di 40 anni il principale direttore d’orchestra del Metropolitan Opera House di New York (MET), il più grande teatro d’Opera degli Stati Uniti e uno dei più importanti del mondo. Levine è morto a Palm Springs, in California, lo scorso 9 marzo; la morte è stata annunciata dal suo medico, Len Horovitz, che non ne ha specificato le cause. Levine era molto apprezzato e aveva collaborato per diversi anni anche con la Boston Symphony Orchestra, l’Orchestra Filarmonica di Monaco di Baviera e altre prestigiose istituzioni e festival.

Nel marzo del 2018 Levine era stato licenziato dal MET perché era stato accusato da tre persone di molestie sessuali e comportamenti inopportuni. Tre uomini lo avevano accusato di averli molestati diverse decine di anni prima, quando erano minorenni e studiavano musica in istituzioni dove Levine insegnava. Le storie dei tre uomini erano state raccontate dal New York Times, e nel dicembre del 2017 il MET aveva sospeso Levine incaricando uno studio legale di condurre un’indagine indipendente.

– Leggi anche: Chi ha vinto i Grammy

James Levine nel 2006 (AP Photo/ Michael Dwyer, File)