I 15 senatori del M5S che non hanno votato la fiducia a Draghi saranno espulsi

Vito Crimi, capo politico del M5S, ha annunciato che i 15 senatori del Movimento che mercoledì  hanno votato contro la fiducia al nuovo governo di Mario Draghi saranno espulsi. I senatori del M5S che hanno votato “no” a Draghi sono Rosa Abate, Luisa Angrisani, Margherita Corrado, Mattia Crucioli, Fabio Di Micco, Silvana Giannuzzi, Bianca Granato, Virginia La Mura, Elio Lannutti, Barbara Lezzi, Matteo Mantero, Cataldo Mininno, Nicola Morra, Fabrizio Ortis, Vilma Moronese.

In tutto sono stati 40 i senatori che hanno votato contro la fiducia a Draghi, tra cui i 19 di Fratelli d’Italia e altri senatori del Gruppo Misto. Ci sono stati poi altri 6 senatori del M5S non hanno proprio partecipato alla votazione, pur non essendo né in congedo né in missione, ma non sono stati espulsi: sono Giuseppe Auddino, Elena Botto, Antonella Campagna, Emanuele Dessì, Vincenzo Garruti, Simona Nocerino.

Crimi ha motivato l’espulsione con un post su Facebook in cui ha detto che «i 15 senatori che hanno votato no sono venuti meno all’impegno del portavoce del MoVimento che deve rispettare le indicazioni di voto provenienti dagli iscritti. Tra l’altro, il voto sul nascente Governo non è un voto come un altro. È il voto dal quale prendono forma la maggioranza che sostiene l’esecutivo e l’opposizione. Ed ora i 15 senatori che hanno votato no si collocano, nei fatti, all’opposizione»

– Leggi anche: Il governo Draghi ha ottenuto la fiducia al Senato

(ANSA/EPA)