Ryan Kaji in un video pubblicato sul suo canale YouTube, Ryan's World.

Da tre anni lo youtuber più pagato è sempre lui

Cioè Ryan Kaji, un bambino statunitense che secondo Forbes quest'anno ha guadagnato solo da YouTube quasi 30 milioni di dollari

Ryan Kaji in un video pubblicato sul suo canale YouTube, Ryan's World.

Secondo la rivista di economia e finanza Forbes anche quest’anno lo youtuber più pagato è stato Ryan Kaji, il bambino statunitense che dal 2018 è il primo in classifica tra le persone che guadagnano di più grazie ai video pubblicati sui loro canali YouTube. Da quando i genitori di Ryan avevano aperto il canale “Ryan’s World”, nel 2015, gli affari sono cresciuti moltissimo: quest’anno si stima che solo attraverso YouTube Ryan abbia guadagnato 29,5 milioni di dollari (24,5 milioni di euro), senza contare i circa 200 milioni (oltre 160 milioni di euro) che derivano dalla vendita di giocattoli, libri e abbigliamento a tema Ryan’s World.

Ryan Kaji ha nove anni e abita in Texas con due sorelle gemelle più piccole e i genitori, che attualmente gestiscono nove canali di YouTube che girano tutti attorno a lui e sono rivolti ai bambini della sua età: quello principale è appunto Ryan’s World, poi tra gli altri ci sono un canale in spagnolo e un canale che riguarda la famiglia Kaji. Nei suoi primissimi video – chiamati “Ryan ToysReview” – il bambino scartava vari tipi di giocattoli, poi ci giocava facendo vedere come funzionavano, spesso insieme alla madre o al padre. I video sono poi diventati più elaborati: oggi ci sono spesso cartoni animati e animazioni, e ci sono anche molti video educativi, in cui Ryan spiega per esempio come si formano gli tsunami oppure svolge piccoli esperimenti scientifici.

Complessivamente i canali YouTube di Ryan hanno più di 40 milioni di iscritti e i suoi video hanno ottenuto 12 miliardi di visualizzazioni. Il suo video più famoso – quello in cui Ryan fa una caccia al tesoro pasquale alla ricerca di grosse uova che sono nascoste in un gigante e coloratissimo gonfiabile da giardino – è stato visto 2 miliardi di volte.

Nel 2018 Forbes aveva stimato che grazie al suo canale YouTube Ryan avesse guadagnato 22 milioni di dollari (18 milioni di euro), che derivavano in buona parte dalle sponsorizzazioni delle aziende che inviavano i giocattoli da provare. Oggi, però, le cose sono cambiate, e Ryan’s World è diventato un business a parte: tra le altre cose, Ryan dà il nome a diverse linee di giocattoli e abbigliamento vendute in note catene come WalmartTarget e Marks & Spencer. In più, a inizio novembre Ryan’s World ha debuttato con una serie su Amazon Kids PlusSuper Spy Ryan – e poche settimane dopo è stato lanciato il mondo virtuale di Ryan’s World sulla piattaforma dell’azienda di videogiochi Roblox. Ryan inoltre ha anche un alter-ego supereroe, Red Titan, che è a sua volta protagonista di storie ed è stato trasformato in giochi e vari articoli: il gigante gonfiabile di Red Titan ha sfilato alla tradizionale parata di Macy’s, che si tiene ogni novembre nelle strade di Manhattan, a New York, in occasione della festa del Ringraziamento.

Gonfiabile di Red Titan, il supereroe alter-ego di Ryan Kaji. (Eugene Gologursky/ Getty Images)

Grazie alla vendita dei prodotti di Ryan’s World la famiglia, che gestisce i guadagni del bambino, è riuscita a incrementare notevolmente i propri guadagni in un momento in cui su YouTube c’erano invece stati alcuni problemi.

L’anno scorso infatti i canali di Ryan’s World furono segnalati alla US Federal Trade Commission – l’agenzia governativa degli Stati Uniti che si occupa anche di antitrust – perché alcuni video sponsorizzati non sarebbero stati dichiarati in maniera trasparente come tali. L’associazione di consumatori Truth in Advertising aveva fatto un reclamo dicendo che «circa il 9 per cento dei video di Ryan ToysReview include almeno un consiglio di acquisto indirizzato ai bambini in età prescolare, un gruppo troppo giovane per distinguere tra una pubblicità e una recensione»; in particolare, queste pubblicità riguardavano spesso «cibi poco salutari».

Nonostante la Federal Trade Commission abbia introdotto forti limitazioni sugli annunci sponsorizzati nei video dei canali YouTube dedicati ai bambini, e malgrado il prezzo delle pubblicità sia di conseguenza calato di cinque o sei volte, la vendita dei prodotti di Ryan’s World ha permesso a Ryan e alla famiglia di guadagnare comunque decine di milioni di dollari.

– Leggi anche: I migliori videogiochi del 2020

Ryan era stato lo youtuber più pagato anche nel 2019, con 26 milioni di dollari incassati (circa 21 milioni di euro). Dopo di lui, al secondo posto nella lista degli youtuber più pagati quest’anno c’è Mr Beast, ovvero Jimmy Donaldson, un ventiduenne che si è fatto conoscere per i suoi stunt e i gesti bizzarri, per esempio attraverso il video in cui ha comprato tutta la merce di un negozio. Il canale YouTube di Mr Beast, che ha quasi 50 milioni di iscritti e 3 miliardi di visualizzazioni, avrebbe reso a Donaldson circa 24 milioni di dollari (19,5 milioni di euro); anche lui però guadagna anche dalla vendita di merchandising e da collaborazioni con aziende come Microsoft o Electronic Arts.

Il terzo canale YouTube che ha fatto guadagnare di più nel 2020 è stato Dude Perfect: un canale in cui cinque amici – Coby Cotton, Cory Cotton, Garret Hilbert, Cody Jones e Tyler Toney – si sfidano in gare improbabili. Secondo Forbes Dude Perfect ha guadagnato 23 milioni di dollari (poco meno di 19 milioni di euro). Con i video realizzati durante il periodo più critico della pandemia da coronavirus e chiamati “Quarantine Classic”, inoltre, i cinque hanno raccolto 160mila dollari (circa 130mila euro) che sono stati poi devoluti alla Croce Rossa americana e alla ong che si occupa della lotta contro la fame Feeding America.