(Ba bai)

I film che hanno incassato di più nel 2020

Una classifica con numeri ben più bassi rispetto al 2019 e tanti titoli che potreste non avere mai sentito nominare

(Ba bai)

Un anno fa, quando si parlava delle stime degli incassi cinematografici mondiali per il 2020, si diceva che, dopo due anni da record, quasi di sicuro sarebbero stati più bassi del solito, per via dell’assenza di grandi film di serie e saghe popolari come Star Wars o l’Universo Cinematografico Marvel. Nessuno, però, avrebbe mai potuto immaginare che a causa di una pandemia nel 2020 gli incassi italiani sarebbero scesi del 71 per cento rispetto al 2019 e quelli statunitensi addirittura dell’80 per cento. Secondo stime ancora preliminari, ma che difficilmente avranno rilevanti variazioni, negli Stati Uniti gli incassi del 2020 saranno di poco superiori ai 2 miliardi di dollari: meno di quanto nel 2019 aveva incassato nel mondo soltanto Avengers: Endgame, e ancora meno di quanti furono gli incassi annuali totali nei primi anni Ottanta, quando si iniziò a contarli per bene e il valore del dollaro era notevolmente più basso.

E nessuno mai avrebbe immaginato che dopo che nel 2019 gli incassi totali globali erano stati di oltre 40 miliardi di dollari, nel 2020 sarebbero scesi di circa 30 miliardi.

– Leggi anche: I film che avevano incassato di più nel 2019

Eppure l’anno era partito bene, e i primi due mesi del 2020 erano stati migliori di quelli del 2019: negli Stati Uniti soprattutto grazie agli ottimi risultati di Jumanji: The Next Level e Star Wars: L’ascesa di Skywalker, entrambi usciti negli ultimi giorni del 2019. In Italia invece grazie al solito Checco Zalone, con il suo Tolo Tolo, che uscì a Capodanno e che solo nel suo primo giorno nelle sale incassò oltre 8 milioni di euro. Dopodiché, quasi ovunque i cinema sono stati più chiusi che aperti. In Italia, per esempio, non ci si è potuto andare da marzo e fino a giugno e poi da novembre fino a dicembre. I cinema hanno comunque avuto incassi, e chi di dovere li ha contati, permettendo così di fare anche questa classifica di fine anno, di certo ben diversa dalle attese di 12 mesi fa.

Gli incassi in Italia
Secondo Cinetel, la società che rileva i dati di circa il 95 per cento dei cinema italiani, gli incassi complessivi del 2020 sono stati di 182,5 milioni di euro, pari a circa 28 milioni di biglietti venduti, circa un biglietto ogni due italiani. Dall’8 marzo (giorno della prima chiusura generale) a fine dicembre, gli incassi sono scesi del 93 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; dopo che a gennaio e febbraio erano cresciuti del 20 per cento. I primi tre film per incasso sono italiani e usciti a gennaio; l’unico in classifica uscito da marzo in poi è Tenet. Quello che è facile sia passato lontano dai radar di molti è il secondo in classifica: è il film di una coppia di youtuber che fanno video per bambini con colori saturatissimi e un sovradimensionato entusiasmo.

10. Dolittle 4,6 (milioni di euro)
9. Jumanji: The Next Level 5,1
8. Gli anni più belli – 5,6
7. Hammamet – 5,7
6. Piccole donne – 5,9
5. 1917 – 6,6
4. Tenet – 6,7
3. Odio l’estate – 7,5
2. Me contro Te, Il film: La vendetta del Signor S – 9,5
1. Tolo Tolo – 46

Tolo Tolo, che ha avuto più di 6 milioni di spettatori, ha incassato diversi milioni in più del film Il Re Leone, il più visto in Italia del 2019. Ma nel 2019 il decimo film più visto aveva incassato 11 milioni di euro, mentre quest’anno il decimo film più visto ha incassato un decimo del film più visto: il problema, insomma, sta soprattutto in quanto poco sono stati visti tutti gli altri film fuori da questa classifica.

– Leggi anche: Come stava il cinema italiano nel 2019

Gli incassi mondiali
Se gli incassi italiani è impossibile che cambino, essendo i cinema chiusi da settimane, la questione è più ostica quando si provano a guardare i dati sugli incassi mondiali, che vengono fatti aggregando dati non sempre precisi e completi provenienti da decine e decine di paesi, ognuno con diverse migliaia di schermi cinematografici. Con la premessa che sono dati da prendere un po’ con le pinze, questi sono i dieci film che – secondo l’affidabile sito The Numbers – hanno incassato di più nel mondo nel 2020, tra l’altro il primo anno in cui gli incassi cinesi sono stati più di quelli statunitensi. Di nuovo, tenete conto che certi valori potrebbero cambiare e aggiustarsi un po’ nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. E visto che qui i film che molti potrebbero non conoscere sono tanti, più avanti c’è qualche riga di spiegazione.

10. Jin gang chuan 172 (milioni di dollari)
9. Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn – 201
8. Jiang Ziya – 243
7. Dolittle – 250
6. Sonic: Il film – 304
5. Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba – 305
4. Tenet – 362
3. Bad Boys for Life – 424
2. Wo He Wo De Jia Xiang – 433
1. Ba bai – 472

Jin gang chuan (il cui titolo inglese è The Sacrifice) è un film cinese sulla guerra di Corea, raccontato dal punto di vista dei soldati cinesi che ci combatterono.

Jiang Ziya è un film cinese fantasy e di animazione su un personaggio molto importante della cultura cinese, che si pensa sia vissuto nell’Undicesimo secolo. Il titolo inglese del film è Legend of Deification.

Demon Slayer Kimetsu no Yaiba è tratto da un manga del 2016 ed è da poco diventato il film più visto di sempre nei cinema giapponesi, che durante questo 2020 se la sono cavata meglio di molti altri.

Wo He Wo De Jia Xiang – che nel resto del mondo è noto come My People, My Homeland – è un film antologico cinese composto da cinque storie che raccontano, secondo la sintesi che ne fa IMDb, «come diverse persone, in diverse parti della Cina rurale, scoprono quel che rende unica la loro comunità».

Ba bai (titolo inglese: The Eight Hundred) è un film cinese ambientato durante la battaglia di Shangai, che fu combattuta nel 1937, all’inizio della seconda guerra sino-giapponese, iniziata nel 1937 e finita nel 1945. Variety ne ha scritto che «per quelli poco pratici delle vicende della guerra sino-giapponese, in questo film di 147 minuti il bombardamento di fatti, azione e personaggi può risultare indigesto», ma anche aggiunto che l’ABC della trama è comunque abbastanza semplice da cogliere. Semplificando non poco, il film è stato da molti paragonato a Dunkirk (anche perché, come Dunkirk, è stato girato su pellicola IMAX).

Il film, che seppur ambientato nel passato ha comunque un chiaro sottotesto politico, era stato descritto come un film perfetto, da propaganda, per celebrare i settant’anni di esistenza della Repubblica Popolare Cinese. Eppure, nonostante fosse evidentemente stato fatto con qualche tipo di approvazione – se non addirittura di incentivo – da parte del governo cinese, si dice che sia stato bloccato per mesi dalla censura (ma è una vicenda ancora poco chiara). Secondo i dati attuali, comunque, Ba bai è il film più visto di questo strano 2020.