• lunedì 7 Dicembre 2020

Una canzone di A reminiscent drive

Nome complicato inglese, ma roba francese semplice

Le Canzoni è la newsletter quotidiana che ricevono gli abbonati del Post, scritta e confezionata da Luca Sofri (peraltro direttore del Post): e che parla, imprevedibilmente, di canzoni. Una per ogni sera, ci si iscrive qui.
Un avviso per tempo: da lunedì della settimana prossima Le Canzoni vanno in una specie di vacanza. Ovvero io mi prendo un mese per smaltire altri progetti, e la newsletter continuerà ad arrivare ogni sera nella forma di repliche delle canzoni scelte un anno fa, che 4 su 5 di voi non hanno mai ricevuto perché non si erano ancora iscritti (al quinto su 5 va la mia gratitudine per la fedeltà e il consiglio di occupare questo mese riascoltando le quasi 300 canzoni spedite finora). Da lunedì 11 gennaio torno in diretta.
Jack Antonoff dei Bleachers ha convinto Bruce Springsteen a fare un altro video (da un concertino) per la loro canzone insieme, Chinatown, di cui dicemmo venti giorni fa.
Rolling Stone ha pubblicato il video di una conversazione tra Elvis Costello e Iggy Pop.
Bob Dylan ha venduto tutte le sue canzoni alla Universal.
Se vi ricordate di Ane Brun, ha fatto un disco nuovo e questa canzone (senza essere irrispettoso, la cosa migliore è il pianoforte).
Il New York Times ha celebrato i 50 anni di Lo-lo-lo-lo-lola! dei Kinks.
Ray Davies racconta che il manager della band passò una notte a ballare in un locale con un travestito, senza accorgersi che era un travestito, e l’idea della canzone venne da lì (simile vicenda sarà poi in “Sbattiamoci” di Renato Zero). Il testo venne alleggerito nella prima versione per le radio, ma solo perché si citava la Coca-Cola e la BBC non volle fare pubblicità: si scelse il più vago “cherry cola”. Diventò la loro canzone più canticchiabile e canticchiata di sempre. (da Playlist)
Perché i pianisti sanno così poco del pianoforte?
Mia cugina Francesca sta traslocando e saltano fuori vecchie cose: mi ha scritto per ringraziarmi di queste che le avevo fatto a occhio e croce quasi quarant'anni fa.

Abbonati al

Questa pagina fa parte dei contenuti visibili agli abbonati del Post. Se lo sei puoi accedere, se non lo sei puoi esserlo.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.