• Italia
  • venerdì 27 Novembre 2020

Da dicembre chi arriva a Fiumicino dagli Stati Uniti potrà evitare la quarantena sottoponendosi ai test

L’aeroporto di Fiumicino da dicembre sarà il primo in Europa a sostituire l’obbligo della quarantena per i passeggeri in arrivo con i cosiddetti voli “Covid Tested”. I passeggeri in arrivo dagli aeroporti statunitensi di New York JFK, Newark e Atlanta potranno entrare in Italia attraverso lo scalo di Roma avendo effettuato un test molecolare o antigenico non più di 48 ore prima dell’imbarco e, per ulteriore sicurezza, un test allo sbarco a Fiumicino.

I nuovi protocolli di viaggio saranno previsti in via sperimentale su voli dagli Stati Uniti con destinazione Fiumicino e saranno regolamentati da un’ordinanza dei ministeri della Salute, dei Trasporti e degli Esteri che è in preparazione. La fase sperimentale avrà lo scopo di valutare l’efficacia e la funzionalità della nuova modalità di viaggio, con l’obiettivo di renderla maggiormente disponibile in vista della stagione estiva del 2021.

Giovedì invece è partito dall’aeroporto di Malpensa il primo volo “Covid free” diretto a Nanchino, l’unico collegamento attualmente attivo tra l’Italia e la Cina. I passeggeri hanno effettuato il tampone molecolare e il sierologico nelle 48 ore precedenti il volo e poi un terzo test, un tampone rapido durante il check-in, a carico della compagnia Neos, prima dell’imbarco.

L'aeroporto di Fiumicino sarà il primo scalo in Europa ad attivare corridoi sanitari sicuri con voli "covid-tested" tra Roma e alcune destinazioni negli Stati Uniti (ANSA / TELENEWS)