È morta la curatrice e critica d’arte Lea Vergine, un giorno dopo suo marito Enzo Mari

È morta a 82 anni la curatrice e critica d’arte Lea Vergine, un giorno dopo la morte di suo marito, il designer Enzo Mari. Lea Vergine era nata a Napoli nel 1938 con il nome di Lea Buoncristiano ed era considerata una delle figure più importanti nella critica artistica contemporanea in Italia. Come ricorda il sito Artribune «Lea Vergine ha dato una scossa al panorama artistico culturale italiano dominato da una visione patriarcale», in particolare con «i suoi studi sulla fisicità e l’azione performativa nell’arte […] ma anche sul ruolo protagonista, anche se dimenticato, delle donne nell’arte». Lea Vergine aveva conosciuto Mari negli anni Sessanta, quando erano entrambi sposati, e dopo aver divorziato entrambi si sposarono nel 1978. La sua ultima pubblicazione è stata L’arte non è faccenda di persone perbene. Conversazione con Chiara Gatti, edito da Rizzoli nel 2016.

(ANSA/RAITRE)