(Google)

I nuovi Pixel 5 di Google, e tutto il resto

Come sono fatti e cosa fanno i nuovi smartphone con il 5G, Chromecast, Nest Audio e che cosa offre Google TV

(Google)

Il nuovo smartphone Pixel 5 è stato presentato ieri sera nel corso di un evento in streaming organizzato da Google. Molte delle caratteristiche del telefono, e dei diversi altri dispositivi mostrati durante la presentazione, erano già state anticipate da alcuni siti di tecnologia nelle scorse settimane. I nuovi prodotti sono stati annunciati nell’imminenza della stagione degli acquisti natalizi, solitamente la più redditizia per questi prodotti.

Pixel 5
Il Pixel 5 non porta con sé grandi novità rispetto al modello dello scorso anno: i progettisti di Google si sono per lo più dedicati a lavorare sulle innovazioni introdotte in precedenza.

Esteticamente, il nuovo Pixel ricorda il modello precedente: ha uno schermo da 6 pollici (OLED, con risoluzione 2340 x 1080) che ricopre tutta la parte frontale, fatta eccezione per un piccolo cerchio in alto a sinistra con un’apertura per l’obiettivo della fotocamera per i selfie, da 8 megapixel.

I modelli di Pixel prodotti finora da Google hanno sempre ricevuto ottime recensioni per quanto riguarda la fotocamera posteriore, e il software utilizzato per elaborare le immagini in diverse condizioni di luce. Il nuovo Pixel 5 ha un set di due fotocamere posteriori: una da 12,2 megapixel e un’altra da 16 megapixel ultragrandangolare, per inquadrature più ampie. Gli algoritmi e i sistemi di intelligenza artificiale per gestire le immagini sono stati ulteriormente migliorati, con l’aggiunta di funzioni per ottenere effetti cinematografici con le riprese video.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

(Google)

I nuovi Pixel 5 utilizzano un processore Snapdragon 765G, meno potente dei processori impiegati su diversi smartphone recentemente presentati da altri produttori. Questa scelta ha permesso a Google di contenere il prezzo dello smartphone, senza dovere rinunciare all’aggiunta di un modulo per consentire al telefono di collegarsi alle nuove reti 5G per navigare su rete cellulare ad alta velocità. La memoria RAM del nuovo smartphone è di 8 GB, mentre la capacità della memoria interna è di 128 GB.

I Pixel 5 sono inoltre resistenti all’acqua (IPX8), possono essere caricati in modalità wireless e possono a loro volta caricare senza fili gli accessori compatibili.

Google per ora ha annunciato che i Pixel 5 saranno venduti al prezzo di partenza di 699 dollari negli Stati Uniti, ma non ha fornito informazioni su disponibilità e prezzi per l’Italia.

Pixel 4A 5G
Google ha anche aggiornato una variante del più economico Pixel 4A che aveva presentato questa estate. Come suggerisce il nome, la novità è la possibilità di utilizzare lo smartphone per collegarsi alle reti 5G.

Lo smartphone ha uno schermo da 6,2 pollici e utilizza lo stesso processore del Pixel 5. A differenza di quest’ultimo, non ha però un sistema per la ricarica wireless, lo stesso grado di resistenza all’acqua e il medesimo set di fotocamere; inoltre, può fare affidamento su 6 GB di RAM e non su 8 GB come nel modello superiore.

Per ora Google non ha fornito informazioni sulla disponibilità in Italia, né sul prezzo, che dovrebbe comunque non discostarsi molto dai 499 dollari previsti per le vendite negli Stati Uniti. Il modello senza 5G già disponibile di Pixel 4A costa invece 389 euro.

 

Chromecast
La nuova versione di Chromecast, il dispositivo da collegare a un ingresso audio/video del televisore per vedere contenuti in streaming, può essere utilizzata senza uno smartphone. La si controlla tramite un telecomando, nel quale è stato inserito un microfono per inviare i comandi vocali tramite Assistente Google.

(Google)

Il nuovo modello ricorda molto le ultime versioni di Fire Stick, il dispositivo concorrente di Amazon, che già da tempo prevede un telecomando per essere controllato, anche vocalmente tramite Alexa.

Il nuovo Chromecast può essere già prenotato sul Google Store al prezzo di 69,99 euro.

Google TV
Chromecast utilizza un nuovo software per consultare i contenuti delle proprie iscrizioni ai servizi in streaming, come Netflix e YouTube, e che è stato chiamato Google TV. Il sistema ricorda molto quello già sviluppato da Amazon, con la possibilità di visualizzare particolari contenuti in un unico menu, anche se appartenenti a servizi in streaming diversi.

Google TV ha inoltre un motore di ricerca interno, che consente di cercare film e serie tv tra i propri abbonamenti, cosa che dovrebbe ridurre i tempi per trovare qualcosa da guardare. Se si utilizza il nuovo Chromecast, si possono effettuare ricerche vocali tramite il telecomando del sistema.

(Google)

Google ha in programma di aggiungere il suo nuovo servizio per la televisione sugli smartphone Android, facendo un po’ di ordine tra le app che attualmente si possono utilizzare per accedere ai suoi contenuti, e sulle smart TV compatibili.

Nest Audio
Come era stato ampiamente anticipato nelle scorse settimane, Google ha anche presentato un nuovo dispositivo per avere il suo Assistente sempre disponibile in casa. Il nuovo Nest Audio fa sostanzialmente le stesse cose dei suoi predecessori (come Google Home Mini), ma dà la possibilità di ascoltare la musica con una maggiore fedeltà grazie a un sistema di altoparlanti più grandi e rifiniti.

(Google)

Il nuovo Nest Audio rimpiazza il classico Google Home, che non sarà quindi più disponibile nei paesi nei quali era ancora in vendita. Google dice che rispetto al vecchio modello quello nuovo ha un volume maggiore del 75 per cento e una migliore resa dei toni bassi.

Nest Audio può già essere preordinato al prezzo di 99,99 euro.