Un tifoso del Torino allo Stadio Olimpico per la partita di Serie A Torino-Atalanta (Marco Alpozzi/LaPresse)
  • Sport
  • lunedì 28 Settembre 2020

Il ritorno del pubblico negli stadi

Le foto degli spalti ripopolati (più o meno timidamente) dopo mesi di restrizioni, tra il calcio europeo, il Roland Garros di Parigi e il football americano

Un tifoso del Torino allo Stadio Olimpico per la partita di Serie A Torino-Atalanta (Marco Alpozzi/LaPresse)

Mentre nelle partite di calcio di Serie A e Serie B continuano a essere ammessi non più di mille spettatori a partita, una presenza simbolica in attesa che federazione e governo decidano per una riapertura più ampia, all’estero gli stadi si stanno ripopolando già da alcune settimane. La scorsa settimana a Budapest la UEFA ha consentito l’accesso alla Puskas Arena a circa 20.000 spettatori per la Supercoppa europea, mentre in Russia si sfiora già la piena capienza degli impianti, come dimostrano i 30.000 spettatori che nel weekend hanno assistito al Gran Premio di Formula 1 al parco olimpico di Sochi. Nella NFL statunitense, invece, gli accessi sono ancora a discrezione delle trentadue squadre del campionato: negli stadi di Indianapolis, Glendale e Minneapolis si sono viste alcune migliaia di persone, a Denver invece soltanto i cartonati di South Park.