(Jeff Swensen/Getty Images)
  • Mondo
  • venerdì 4 Settembre 2020

Trump ha consigliato di votare due volte

Una per posta, e poi una al seggio se il voto non sarà ancora stato conteggiato: ma è una pratica illegale

(Jeff Swensen/Getty Images)

Durante un comizio in North Carolina il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha consigliato di votare due volte, una per posta e una di persona, per assicurarsi che almeno uno dei due voti sia effettivamente conteggiato: ma è illegale, e in certi stati – compreso proprio il North Carolina – è un reato anche solo incitare qualcuno a farlo. Le parole di Trump sono state estesamente criticate, e Facebook e Twitter hanno censurato i video di quel passaggio del comizio e i tweet con cui Trump ha ribadito il messaggio.

Da mesi ormai Trump fa un’intensa campagna contro il voto per posta, una pratica largamente usata negli Stati Uniti che alle elezioni presidenziali di novembre sarà fondamentale per permettere a più americani possibile l’accesso al voto nonostante la pandemia da coronavirus. Ma il voto per posta, che gli esperti considerano molto sicuro, è stato duramente delegittimato da Trump, secondo il quale esporrà a grandi rischi di interferenze e frodi elettorali: «Dovete assicurarvi che il vostro voto sia conteggiato, perché possono vincere solo facendo cose del genere» ha detto in North Carolina.

Trump ha suggerito che gli elettori dello stato, che dovranno inviare il loro voto per posta venerdì, si presentino poi comunque ai seggi il 3 novembre, votando una seconda volta se il loro voto non sarà stato conteggiato per allora. «Votate, semplicemente. Se lo conteggiano molto in ritardo, cosa che non dovrebbe succedere, si accorgeranno che avete già votato e non conterà».

Ma in realtà gli scrutini funzionano diversamente stato per stato: in alcuni posti i voti per posta sono contati in anticipo rispetto alla data delle elezioni, in altri soltanto quando i seggi sono chiusi. «Se il sistema funziona così bene, di sicuro non vi lasceranno votare al seggio» ha detto Trump.

In realtà, ha spiegato il portavoce della commissione elettorale del North Carolina Patrick Gannon, conta il primo voto acquisito: se un elettore vota per posta, e prima che il suo voto sia conteggiato vota anche di persona, conta solo il secondo. Ma cercare di votare due volte è comunque una pratica illegale, e secondo il procuratore generale del North Carolina Josh Stein – un Democratico – Trump ha cercato di incitare gli elettori a infrangere la legge per generare il caos.

– Leggi anche: Negli Stati Uniti si litiga sul voto per posta

La portavoce della Casa Bianca Kayleigh McEnany ha poi negato che Trump abbia incitato a votare due volte, sostenendo che abbia solo consigliato di assicurarsi che il proprio voto sia conteggiato. In un’intervista alla CNN, il procuratore generale degli Stati Uniti William Barr ha difeso a sua volta Trump, suggerendo che la legge di certi stati possa permettere di presentarsi ai seggi anche se si è votato già per posta.

Ma Trump ha ribadito quanto detto al comizio in alcuni post su Twitter, in cui raccomanda di andare ai seggi per verificare che i propri voti per posta siano stati conteggiati. I tweet sono stati poi oscurati dal social network spiegando che violano le sue regole sulle elezioni. Facebook ha invece oscurato il video del comizio per chi lo condivide senza un messaggio che ne spieghi il contesto e le falsità.