• Mondo
  • venerdì 4 Settembre 2020

La Nuova Zelanda ha sospeso le esportazioni di bestiame dopo il naufragio di una nave con a bordo 6mila animali

La Nuova Zelanda ha sospeso le esportazioni di bestiame in seguito al naufragio di una nave che trasportava quasi 6mila bovini, avvenuto mercoledì al largo delle coste giapponesi dopo che era stata colpita dal tifone Maysak. La nave, la Gulf Livestock 1, stava viaggiando verso la Cina. Sono ancora in corso le ricerche dei più di 40 membri dell’equipaggio. Il governo neozelandese ha deciso di sospendere tutte le esportazioni di bestiame per valutare cosa abbia causato l’affondamento e la nave avesse tutti i requisiti per viaggiare in sicurezza.

Giovedì la guardia costiera giapponese aveva soccorso un membro dell’equipaggio, Sareno Edvarodo, un filippino di 45 anni, che era stato trovato alla deriva con un giubbotto di salvataggio. L’uomo aveva raccontato che il motore della nave si era rotto e che Gulf Livestock 1 era stata poi colpita da un’onda e si era capovolta. Un altro membro dell’equipaggio è morto venerdì dopo essere stato tirato fuori dall’acqua privo di sensi. La guardia costiera giapponese ha detto che nella stessa area sono stati trovati un giubbotto di salvataggio e la carcassa di un bovino.

Il salvataggio di Sareno Edvarodo, fino ad ora unico sopravvissuto al naufragio della Gulf Livestock 1 (foto della guardia costiera giapponese tramite Getty Images)