Kelly Loeffler, l'8 luglio 2020. (EPA/ERIK S. LESSER)
  • Mondo
  • domenica 9 Agosto 2020

La particolare protesta di una squadra di basket americana contro la sua proprietaria

Che è una senatrice Repubblicana contraria alle proteste antirazziste, candidata alle prossime elezioni di novembre

Kelly Loeffler, l'8 luglio 2020. (EPA/ERIK S. LESSER)

Durante la partita giocata il 4 agosto tra Atlanta Dream e Phoenix Mercury, due squadre della WNBA, la lega di basket femminile statunitense, alcune giocatrici hanno indossato una maglietta con la scritta “Vote Warnock”. Il pastore nero Raphael Warnock è uno dei candidati Democratici al Senato per la Georgia, ed è il principale rivale alle prossime elezioni di novembre della proprietaria delle Atlanta Dream, la senatrice Repubblicana Kelly Loeffler. Circa un mese fa, infatti, Loeffler aveva criticato il movimento Black Lives Matter e l’adesione di alcune giocatrici della squadra alle proteste contro il razzismo, provocando parecchie proteste.

La squadra Atlanta Dream venne fondata nel 2007 e dal 2011 è di proprietà di Dream Too LLC, società della senatrice Loeffler e di Mary Brock, una filantropa molto attiva nella comunità di Atlanta. L’inizio del campionato della WNBA era previsto per il 15 maggio, ma è stato posticipato a luglio per via della pandemia da coronavirus.

– Leggi anche: Le proteste americane proseguono

Già il mese scorso, Loeffler aveva criticato l’iniziativa della lega WNBA di promuovere il movimento Black Lives Matter durante il campionato, ritenendo che la decisione avrebbe trasmesso un «messaggio di esclusione» in quanto parte di «una precisa strategia politica» che «incoraggia la violenza e punta a distruggere la famiglia tradizionale e l’ordine nel paese». Elizabeth Williams, giocatrice di Atlanta, ha spiegato a ESPN che lei e le sue compagne di squadra, per la maggior parte afroamericane, avevano pensato che il modo più efficace per rispondere a Loeffler fosse quello di appoggiare apertamente alle prossime elezioni per il Senato un candidato che rispecchiasse la loro visione: il pastore Warnock.

Già dopo le dichiarazioni di luglio, alcune giocatrici della WNBA avevano chiesto che Loeffler venisse allontanata dalla lega. Loeffler aveva detto di non avere intenzione di tirarsi indietro, né vendere le sue quote della società, come aveva invece ipotizzato una fonte riportata dall’Athletic.

– Leggi anche: I messaggi scritti dai giocatori NBA sulle loro maglie

L’adesione delle Atlanta Dream alle proteste del movimento Black Lives Matter non è un caso isolato nel basket americano: negli ultimi giorni si sono viste diverse manifestazioni di sostegno anche nella lega maschile, la NBA, che ha da poco ripreso il campionato dopo la sospensione per l’epidemia da coronavirus. Prima dell’inizio delle partite, durante l’inno americano, quasi tutti i giocatori della NBA si sono inginocchiati e qualcuno, come LeBron James, ha anche alzato un pugno al cielo.

LeBron James con il pugno alzato prima della partita tra Los Angeles Lakers e Oklahoma City Thunder (Kevin C. Cox/Getty Images)

Prima di quest’anno, Loeffler, che è un’imprenditrice bianca di 49 anni e una grande sostenitrice del presidente Donald Trump, non aveva alcuna esperienza politica. Fu scelta da Brian Kemp, governatore della Georgia, per sostituire il senatore Johnny Isakson, che si era dimesso il 31 dicembre 2019. Loeffler occupa il posto di senatrice provvisoriamente, in attesa delle elezioni del prossimo 3 novembre.

In Georgia le proteste contro il razzismo sono state piuttosto intense, in particolare dallo scorso maggio, dopo la diffusione del video dell’omicidio di Ahmaud Arbery, un 25enne afroamericano che era stato ucciso da due uomini bianchi mentre faceva jogging vicino a casa, non lontano da Brunswick, una cittadina del sud della Georgia.

La Georgia è uno stato tradizionalmente conservatore, dal 2002 governata dai Repubblicani. Secondo alcuni sondaggi realizzati in vista delle elezioni di novembre, però, il candidato Democratico, Joe Biden, sarebbe in vantaggio su Donald Trump.