• Italia
  • martedì 28 Luglio 2020

Andrea Bocelli ha detto di essere stato «un po’ frainteso» sul coronavirus

Il tenore Andrea Bocelli ha detto di essere stato «un po’ frainteso» per le sue parole di ieri al Senato, quando, intervenendo a un convegno, aveva sminuito l’impatto della pandemia da coronavirus raccontando «di aver anche in certi casi disobbedito volontariamente» all’obbligo di rimanere in casa durante il lockdown. Poche ore dopo, a un altro convegno a Milano, ha smentito di avere sminuito la pandemia: «la paura è la sola cosa di cui aver paura: dev’essere su questo fatto che sono stato un po’ frainteso», ha detto, aggiungendo che gli è sembrato «strano» essere definito «un negazionista».

Bocelli poi, andando al pianoforte, ha detto di volere ripartire da «una preghiera» come aveva fatto «l’ultima volta al Duomo».

Un'immagine del concerto di Andrea Bocelli al Duomo di Milano, 12 aprile 2020 (ANSA/YOUTUBE)