(ANSA/FABIO CAMPANA/DBA)

Dove comprare online i libri per la scuola

Un po' ovunque ormai, anche se a condizioni e prezzi un po' diversi: una guida

(ANSA/FABIO CAMPANA/DBA)

L’ultimo anno scolastico è andato in modo diverso dal solito e anche il prossimo sarà un po’ diverso, ma alcune cose non dovrebbero cambiare. Ad esempio, ci sono i libri scolastici da procurarsi. Si può già farlo, perché le librerie hanno già elenchi dei titoli adottati da ogni classe d’Italia, diffusi dalle stesse scuole. Dal 13 luglio e fino al 23 poi le scuole poi possono far richiesta per ottenere fondi europei per acquistare libri per gli studenti in difficoltà economiche.

Per chi non è in difficoltà, i libri scolastici si possono acquistare nella maggior parte delle librerie di quartiere, che permettono ai propri clienti di ordinarli anche al telefono, e poi passare a ritirarli in negozio. È un buon modo per non fare code e al tempo stesso sostenere le piccole librerie, soprattutto quest’anno che, come molti negozi, sono rimaste chiuse a lungo a causa delle restrizioni dovute al coronavirus. Chi non ha una libreria vicina a casa, può ordinare i libri di scuola in alcuni grandi supermercati o ordinarli online – che ha il vantaggio di riceverli direttamente a casa. Online si possono acquistare anche libri usati. Abbiamo messo insieme una lista di siti di e-commerce che offrono questi servizi. In generale per fare un ordine online basta sapere quale classe frequenteranno i propri figli o usare il cosiddetto “codice meccanografico” che compare sulla lista fornita dalla scuola, senza doverli cercare titolo per titolo.

Libraccio
È la catena di librerie specializzate in libri di seconda mano e da molti anni ha anche un negozio online che vende sia libri nuovi che usati. Per non dover cercare uno per uno tutti i titoli di cui avete bisogno, basta cercare la classe partendo da qui e poi per ogni titolo dell’elenco scegliere se lo volete acquistare nuovo o usato. Di alcuni libri c’è solo la versione nuova, ma di molti altri si trovano copie usate che costano anche meno della metà del prezzo di listino. Chi fa acquisti sul sito di Libraccio riceve in regalo un buono acquisto di valore pari al 15 per cento di quello che ha speso per i libri scolastici, ma solo per quelli nuovi. Il buono può essere usato fino al 31 dicembre per acquistare libri usati (non scolastici), articoli di cartoleria o giochi sul sito.

A chi acquista online ― e quindi non può verificare le condizioni dei libri prima dell’acquisto ― Libraccio garantisce che i libri usati non hanno pagine o copertine strappate o mancanti. È possibile invece che i libri usati abbiano «segni di usura, sottolineature, evidenziazioni, note a margine» ed esercizi già svolti. Se un libro usato non è nelle condizioni attese, ci si può avvalere del diritto di recesso entro 14 giorni dalla consegna: si può decidere di farsi rimborsare o di sostituire il libro con un altro acquisto, pagando eventualmente la differenza. Nel caso di libri che vengono venduti insieme a CD-Rom allegati (sì, esistono ancora) è possibile che siano mancanti.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

– Leggi anche: Come far durare più a lungo smartphone, tablet e computer

Chi, oltre a comprare i libri per l’anno che viene, vuole vendere i libri dell’anno passato, può farlo sempre online: Libraccio provvede al ritiro direttamente a domicilio. Non tutti i libri vengono acquistati, ma non è detto che i libri rifiutati online non vengano invece accettati nei punti vendita: qui ci sono tutte le cose da sapere. Libraccio valuta i libri usati e li paga all’utente con un buono da spendere sul sito (in questo caso la valutazione ha un incremento del 5 per cento) o tramite bonifico o accredito PayPal entro 15 giorni.

Amazon
Anche su Amazon si può trovare velocemente la lista dei libri di testo adottati in una qualsiasi classe di una qualsiasi scuola italiana. Una volta trovata la lista è possibile ordinare tutti o solo una parte dei titoli che contiene. In caso di ripensamenti, tutti i libri comprati entro il 15 settembre si possono restituire fino al 15 ottobre, senza doverne specificare il motivo. Amazon ha anche già anticipato che nella prima settimana di settembre ci saranno diversi sconti su prodotti utili a chi comincia il nuovo anno scolastico.

Libreria Universitaria
Libri di testo nuovi e usati si possono acquistare online anche su Libreria Universitaria: anche qui, una volta trovata la propria lista, si ha la possibilità di scegliere tra nuovo e usato (quando è disponibile) scontato fino al 50 per cento. Nel caso di acquisti sbagliati, il diritto di reso per tutti i libri scolastici vecchi e nuovi è esteso fino al 15 ottobre. Chi vuole può anche vendere i propri libri usati a Libreria Universitaria selezionandoli in base alle condizioni richieste e spendendoli via posta: in cambio si ricevono dei buoni da spendere sul sito.

I libri scolastici al supermercato
Molte persone comprano nei supermercati i libri scolastici: tutte le principali catene permettono di fare l’ordine online e di indicare il punto vendita più comodo per il ritiro. I soci Coop possono prenotare i libri online sul sito e avere uno sconto del 15 per cento sul prezzo di copertina. Possono anche indicare una preferenza generica per i libri usati che, se disponibili al momento dell’ordine, verranno fatti pagare il 60 per cento del prezzo di copertina. Chi invece vende i propri libri usati a Coop riceverà un buono del valore del 30 per cento del prezzo, da spendere nei supermercati della catena.

Anche EsselungaConad offrono uno sconto del 15 per cento su tutti i libri di testo. Invece nei supermercati Carrefour e Pam Panorama chi acquista libri scolastici riceverà un buono sconto pari al 15 per cento dell’importo speso, da usare per comprare altre cose.

– Leggi anche: La ministra Azzolina ha criticato i sindacati della scuola

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.