İbrahim Gökçek al funerale di Helin Bölek (via Twitter)
  • Mondo
  • venerdì 8 Maggio 2020

Tre membri di una band turca sono morti per uno sciopero della fame

İbrahim Gökçek, di 40 anni, Helin Bölek e Mustafa Koçak, di 28, avevano smesso di mangiare perché per le loro idee politiche dal 2016 non potevano fare concerti

İbrahim Gökçek al funerale di Helin Bölek (via Twitter)

Giovedì è morto İbrahim Gökçek, uno dei membri del gruppo musicale turco Grup Yorum: Gökçek aveva 40 anni e per 323 giorni aveva portato avanti uno sciopero della fame per protestare contro il governo. Sempre a causa dello sciopero della fame di protesta ad aprile erano morti Helin Bölek e Mustafa Koçak, due dei cantanti di Grup Yorum. Avevano entrambi 28 anni; Bölek non mangiava da 228 giorni, Koçak, da 288.

Grup Yorum è un gruppo musicale legato alla sinistra rivoluzionaria turca, molto noto e apprezzato in Turchia. Fondato nel 1985, ne hanno fatto parte molti musicisti diversi, ma le canzoni hanno sempre mantenuto un forte connotato politico e di protesta nei confronti del governo turco e in particolare, negli ultimi anni, nei confronti del presidente Recep Tayyip Erdoğan. Il gruppo era stato accusato dal governo di collaborare con il Fronte rivoluzionario della liberazione popolare, un partito di estrema sinistra considerato un’organizzazione terroristica in Turchia, Stati Uniti e Unione Europea. Per questo negli anni i membri di Grup Yorum sono stati più volte arrestati e i dischi del gruppo sono stati sequestrati. Dal 2016 inoltre il gruppo non ha più potuto fare concerti dal vivo.

Il primo maggio del 2019 Gökçek era stato arrestato e accusato di azioni terroristiche. Per protestare contro la persecuzione nei suoi confronti e nei confronti di altri membri di Grup Yorum che come lui si trovavano in prigione, a giugno aveva iniziato uno sciopero della fame che prevedeva l’assunzione esclusiva di acqua e vitamine. Nonostante a febbraio fosse stato rilasciato, aveva deciso di continuare lo sciopero per ottenere anche il rilascio degli altri membri incarcerati e la revoca del divieto di fare concerti.

Il 4 maggio, in condizioni gravissime, Gökçek era stato trasportato in ospedale, a Istanbul. Il giorno successivo il governo, preoccupato dall’eventualità che potesse morire anche lui dopo Bölek e Koçak, aveva revocato il divieto di fare concerti. Grup Yorum aveva quindi annunciato la fine dello sciopero della fame, ma Gökçek era già troppo debole ed è morto dopo tre giorni. La moglie di Gökçek, Sultan Gökçek, è ancora incarcerata insieme ad altri membri del gruppo.