• Italia
  • martedì 14 Aprile 2020

In Veneto sono state allentate lievemente alcune misure restrittive

È stato tolto il limite di 200 metri per fare attività motoria, tra le altre cose

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha firmato un’ordinanza regionale con nuove misure per contenere il contagio da coronavirus, in vigore dal 14 aprile al 3 maggio 2020, che prevede alcune differenze rispetto al decreto del governo annunciato venerdì sera, che prolungava le misure restrittive fino al 3 maggio ma permetteva la riapertura di alcune attività, come le librerie, le cartolerie e i negozi di abbigliamento per neonati.

L’ordinanza del Veneto prevede che le librerie riaprano solo due volte a settimana, e che per fare attività motoria si dovrà rimanere in “prossimità” della propria abitazione, ma non per forza entro 200 metri come prevedeva una precedente ordinanza regionale.

L’ordinanza permette inoltre la riapertura dei mercati all’aperto, solo se perimetrati, sorvegliati e con la presenza di un unico varco di accesso separato da quello di uscita. Fermo restando l’obbligo di uscire di casa una sola persona per volta e solo per comprovate esigenze, l’ordinanza autorizza che nei giorni del 25 aprile e del primo maggio si possano organizzare picnic all’aperto ma soltanto nel cortile della propria abitazione, e limitatamente al nucleo familiare residente in essa.

Cosa riapre, regione per regione

Le cose da sapere sul coronavirus

(ANSA / FILIPPO VENEZIA)