• Italia
  • lunedì 13 Aprile 2020

In Piemonte librerie, cartolerie e negozi di abbigliamento per neonati resteranno chiusi

Il presidente del Piemonte Alberto Cirio ha firmato un’ordinanza regionale con le misure per contenere il contagio da coronavirus, in vigore dal 14 aprile al 3 maggio 2020. L’ordinanza arriva dopo il decreto del governo annunciato venerdì sera dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che prolunga le misure restrittive fino al 3 maggio ma permette la riapertura di alcune attività, come le librerie, le cartolerie e i negozi di abbigliamento per neonati.

– Leggi anche: Il coronavirus ha schiantato la moda

Nell’ordinanza, Cirio comunica che, contrariamente a quanto disposto dal decreto del presidente del Consiglio, le librerie, le cartolibrerie e i negozi di abbigliamento per l’infanzia resteranno chiusi fino al 3 maggio. Nell’ordinanza si specifica che la possibilità di commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio è consentita solamente «all’interno di attività di vendita di generi alimentari ovvero di altre attività non soggette a chiusura», cioè in supermercati, ipermercati e tabaccai.

Simili ordinanze sono state emanate anche in Lombardia e Campania.

Le cose da sapere sul coronavirus

– Leggi anche: Cosa potrà riaprire

Torino, Italia (ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO)