Ursula von der Leyen ha proposto di chiudere i confini esterni dell’Unione Europea per almeno 30 giorni a causa del coronavirus

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha detto lunedì di avere proposto ai capi di stato e di governo dei paesi dell’Unione Europea di adottare nuove misure per frenare la diffusione del coronavirus, tra cui la chiusura dei confini esterni dell’Unione per almeno trenta giorni.

Von der Leyen ha detto che gli obiettivi della Commissione sono due: rallentare la diffusione del virus attraverso la temporanea chiusura dei confini esterni dell’Unione per tutti i viaggi non essenziali; e assicurare il continuo movimento di alcuni tipi di beni, tra cui attrezzature mediche, cibo e altri beni di prima necessità. Per quanto riguarda il primo punto, von der Leyen ha detto che ci sono diverse eccezioni, che riguarderebbero i residenti di lungo periodo nell’Unione Europea, familiari di cittadini dell’Unione, diplomatici, personale sanitario e autotrasportatori.

Riferendosi alle misure di contenimento prese finora dai singoli paesi, von der Leyen ha detto che «queste misure sono efficaci solo se coordinate». I paesi membri decideranno se approvare la proposta di von der Leyen martedì.

Ursula von der Leyen (Leon Neal/Getty Images)