(Clarissa Watson/Unsplash)

Come scegliere una crema idratante per le mani

Ora che ce le laviamo mille volte al giorno e la pelle è sempre più secca e screpolata

(Clarissa Watson/Unsplash)

Negli ultimi giorni, seguendo le linee guida per ridurre i contagi da coronavirus (SARS-CoV-2), molte persone hanno cominciato a lavarsi le mani più spesso del solito. È possibile che per questa ragione ora abbiano la pelle più secca e addirittura screpolata: lavare le mani frequentemente altera la presenza di grassi nello strato cutaneo più esterno. Il consiglio dei dermatologi per chi ha la pelle secca è usare frequentemente le creme idratanti, che servono sia a ristabilire il bilanciamento dei grassi sia a proteggere la pelle dagli agenti esterni che potrebbero danneggiarla ulteriormente.

La crema idratante andrebbe messa tutte le volte che ci laviamo le mani, dopo averle asciugate. Sia chiaro, però: mettersi la crema non c’entra niente con le precauzioni da prendere per proteggersi dal virus. L’unica funzione dei prodotti idratanti è, appunto, idratare la pelle. Inoltre, se la crema che usate o che deciderete di comprare è contenuta in un barattolo di quelli col coperchio svitabile, assicuratevi di essere gli unici a usarla per evitare eventuali passaggi di virus con altre persone.

Efficacia
Se vi state chiedendo quale crema per le mani acquistare per risolvere il problema della pelle secca, la risposta è abbastanza facile, nel senso che le creme idratanti per le mani che si trovano in commercio sono tutte generalmente efficaci e non ci sono ingredienti a cui stare particolarmente attenti quando le si compra. Quando si parla dell’efficacia delle creme idratanti, si intende comunque sempre un’efficacia a breve termine: nessuna crema vi risolverà il problema per sempre e infatti proprio per questo si consiglia di usare la crema ogni volta che ci si lava le mani.

Per le persone allergiche o con pelle sensibile il consiglio è di scegliere prodotti con la scritta “senza profumi” oppure prodotti per bambini, che solitamente sono meno allergizzanti.

Creme appiccicose e non
Una cosa fastidiosa di alcune creme è che possono essere molto appiccicose e restare sulle mani a lungo durante la giornata, ungendo computer, smartphone e tutto quello che toccate. Purtroppo non è facilissimo capire dagli ingredienti se una crema è molto densa e quindi rimarrà sulle mani o è più volatile e quindi le lascerà subito asciutte. Di solito, se sulla confezione leggete che la crema contiene ingredienti grassi come olio di cocco o burro di karitè, potete aspettarvi che sia un po’ appiccicosa. Per farvi un’idea di come sarà la crema potete anche guardare le diciture sulla confezione: di solito “nutriente” significa che è più grassa, “leggera” che si asciuga più in fretta.

Le cose da sapere sul coronavirus

«Si tende a pensare che una crema che evapora subito sia meno efficace di quelle più dense, che rimangono a lungo sulle mani e danno tempo alla pelle di assorbirle. In realtà non è così perché la pelle non assorbe la crema, o meglio ne assorbe solo una minima parte e solo lo strato più superficiale (che si chiama strato corneo) e questo avviene ugualmente per tutti i tipi di crema, più o meno dense» ha spiegato Beatrice Mautino, divulgatrice scientifica esperta di cosmetici e autrice di Il trucco c’è e si vede e di La scienza nascosta dei cosmetici.

Il prezzo
Secondo Altroconsumo «in genere le creme che troviamo al supermercato hanno caratteristiche e qualità simili o migliori a quelle vendute a prezzi ben più elevati in farmacia o in profumeria. Questo dimostra, come spesso accade in ambito di prodotti cosmetici, che spendere di più non significa acquistare un prodotto migliore». Peraltro acquistare un prodotto economico è anche un incentivo a usarlo più spesso, come consigliato dai medici, e senza troppa preoccupazione che finisca.

I prodotti più consigliati
A settembre 2019 Altroconsumo ha pubblicato i risultati dei test che ha condotto su 14 creme idratanti per le mani, misurando l’efficacia sia valutando l’idratazione dello strato più esterno della pelle, sia in termini di protezione dagli agenti esterni. Ha tenuto in considerazione anche fattori come la presenza sulla confezione delle informazioni obbligatorie, di informazioni aggiuntive e di scritte a scopo promozionale, oltre alle esperienze di alcuni comuni consumatori per valutare aspetti come quelli che dicevamo prima sulla consistenza e appiccicosità.

I tre prodotti con il punteggio di qualità più alto sono risultati Glysolid crema mani classica che su Amazon Pantry costa 2,20 euro per la confezione da 100 millilitri, Kaloderma Nutre burro mani che costa 1,90 euro per 75 ml e Cien SOS concentrated hand cream che nei negozi Lidl costa 1 euro per 125 ml. Se volete essere proprio sicurissimi della non appiccicosità della crema, possiamo dirvi che una redattrice usa questa di Ahava e la trova leggerissima e poco unta, ma è una di quelle più costose: 14 euro per 100 ml.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.