• Mondo
  • venerdì 6 Marzo 2020

Facebook ha rimosso gli annunci pubblicitari della campagna per la rielezione di Trump che facevano riferimento al censimento del 2020

Facebook ha rimosso gli annunci pubblicitari della campagna per la rielezione del presidente USA Donald Trump che facevano riferivano al censimento del 2020. Per Facebook gli annunci violavano le politiche aziendali volte a prevenire interferenze e disinformazione sul censimento, le cui prime informazioni saranno diffuse ufficialmente non prima della prossima settimana. Gli annunci di Trump invitavano le persone a rispondere «subito» a una serie di domande per permettere al comitato del presidente di «elaborare una strategia vincente» per ciascun distretto congressuale.

Alcune domande del sondaggio di Trump facevano riferimento alle opinioni sul presidente stesso, all’età, al nome e ad altre informazioni personali degli utenti e ai giornali che leggono di più. Si chiedeva anche un parere su Nancy Pelosi e se la speaker della Camere stesse mettendo la propria agenda personale contro Trump «davanti a ciò che è meglio per il popolo americano». Negli ultimi giorni, Nancy Pelosi aveva criticato Facebook proprio per aver permesso la pubblicazione degli annunci di Trump sul censimento.

Donald Trump, Minneapolis, 11 ottobre 2019 (AP Photo/Evan Vucci, File)