(Kevin Frayer/Getty Images)

Si riparla di un iPhone meno costoso

Apple ne sta avviando la produzione e sarà presentato a marzo, dice Bloomberg

(Kevin Frayer/Getty Images)

Apple sta avviando la produzione di un nuovo iPhone meno costoso, che secondo Bloomberg potrebbe essere presentato tra pochi mesi, probabilmente all’inizio di marzo. La fonte di Bloomberg sono alcune persone “a conoscenza del piano” e fonti interne alle aziende di Taiwan che si occuperanno materialmente della produzione del dispositivo. Il nuovo modello dovrebbe essere una sorta di successore dell’iPhone SE, smartphone relativamente economico e molto apprezzato prodotto fino a qualche anno fa da Apple, e ora non più disponibile.

Come gli altri produttori, anche Apple deve fare i conti con le minori vendite degli smartphone, dovute a un calo della domanda e all’aumento del ciclo di vita dei dispositivi. Soprattutto sui mercati occidentali, gli smartphone venivano sostituiti in media dai consumatori ogni paio di anni (complici le offerte degli operatori telefonici), ma da qualche tempo le sostituzioni sono diventate meno frequenti con un conseguente rallentamento delle vendite.

Apple al momento vende sei diversi modelli di iPhone, con prezzi che variano dai 559 euro per gli iPhone 8 ai 1.289 per gli iPhone 11 Pro Max: gli iPhone 8, presentati più di due anni fa, sono quindi a oggi i modelli più economici (se si escludono le offerte per i modelli ricondizionati). Il nuovo dispositivo, dice Bloomberg, avrà lo stesso formato degli iPhone 8 con uno schermo da 4,7 pollici e un prezzo inferiore o comparabile, nel caso in cui l’introduzione del nuovo smartphone sia in sostituzione degli iPhone 8.

Il nuovo iPhone avrà un tasto con Touch ID, per il riconoscimento delle impronte digitali per sbloccare il telefono, e utilizzerà quindi una tecnologia più datata (ma molto affidabile) di Apple, lasciando da parte il sistema di riconoscimento facciale per sbloccare lo smartphone. Secondo le fonti consultate da Bloomberg, il nuovo iPhone meno costoso non avrà quindi sensori per le impronte digitali al di sotto dello schermo, soluzione adottata da diversi produttori di smartphone Android, per recuperare spazio nella parte frontale dei dispositivi in modo da offrire schermi più grandi.

Al suo interno, il nuovo iPhone avrà un processore A13, lo stesso impiegato all’interno degli iPhone 11 e iPhone 11 Pro. La produzione dei processori negli ultimi mesi è stata aumentata, presso un fornitore di Taiwan, anche per rispondere al successo commerciale dell’iPhone 11 nei mesi dalla sua presentazione nel settembre del 2019, in parte reso possibile da un prezzo lievemente più basso rispetto ai nuovi modelli presentati nel 2018.

Bloomberg segnala che la produzione del nuovo iPhone meno costoso sarà realizzata in più aziende di Taiwan: Hon Hai Precision Industry, Pegatron e Wistron. La presentazione dovrebbe avvenire nel corso di un evento speciale a marzo, nel quale Apple potrebbe annunciare anche altre novità legate ai suoi dispositivi e servizi online. Come avviene sempre in questi casi, l’azienda non ha confermato né smentito la notizia.

L’offerta di un modello meno costoso potrebbe aiutare Apple a mantenere sostenute le vendite, in attesa della presentazione dei nuovi modelli di iPhone alla fine dell’estate sui quali l’azienda punta molto. I prossimi iPhone saranno infatti i primi a essere compatibili con la tecnologia 5G, per offrire connessioni mobili ad altissima velocità e nuovi servizi. Diversi produttori, come Samsung e Huawei, hanno già iniziato a vendere smartphone con il 5G, ma le reti cui collegarsi sono ancora sperimentali e in via di perfezionamento, quindi Apple arriverà a offrire iPhone con 5G in tempo, rispondendo a una domanda in crescita per dispositivi compatibili con le reti di nuova generazione.