• Mondo
  • giovedì 16 Gennaio 2020

C’è una nuova “intervista” di Eugenio Scalfari col Papa

Come al solito va presa con le molle, ma stavolta i due hanno parlato soprattutto di argomenti innocui

Repubblica ha pubblicato una nuova “intervista” a Papa Francesco realizzata dall’ex direttore del quotidiano, Eugenio Scalfari. Il testo, piuttosto innocuo, va comunque preso con le molle: in occasione di altre interviste al Papa pubblicate in passato, l’ufficio stampa del Vaticano aveva smentito che il Papa si fosse espresso in quel modo, e Scalfari aveva ammesso che la sua era una ricostruzione a posteriori di una conversazione col Papa. In tutto è già successo tre volte che l’ufficio stampa del Vaticano abbia smentito le interviste/ricostruzioni di Scalfari col Papa (che comunque continua a permettergli di raccontare pubblicamente le loro conversazioni).

Una newsletter sul dannato futuro dei giornali

Nella nuova “intervista”, Scalfari ha chiesto conto al Papa della recente polemica sull’ultimo libro di Benedetto XVI – «la risposta è stata che c’è sempre qualcuno contrario in un’organizzazione che abbraccia centinaia di milioni di persone in tutto il mondo» – e in seguito i due si sono addentrati soprattutto in questioni teologiche come l’importanza del misticismo nel cattolicesimo e delle similitudini fra uomo e Dio nella dottrina cattolica.

Scalfari e il Papa hanno toccato pochissimi temi di attualità, almeno nella ricostruzione di Scalfari: a un certo punto hanno parlato di immigrazione, che secondo l’ex direttore di Repubblica il Papa ha definito un modo con cui «i popoli della nostra specie tendono a creare un popolo nuovo, dove le qualità e i difetti dei popoli originari concorrono a produrne uno che si spera sia migliore».