• Mondo
  • giovedì 9 Gennaio 2020

Un’epidemia di polmonite in Cina potrebbe essere stata causata da un virus simile a quello della SARS

Le autorità sanitarie cinesi hanno detto di aver identificato quello che potrebbe essere il virus che ha causato decine di casi di polmonite nella città di Wuhan, nella provincia di Hubei, nella Cina centrale. In 15 dei 57 pazienti a cui è stata diagnosticata la polmonite è stata riscontrata la presenza di un coronavirus come agente patogeno dell’infezione. I coronavirus sono particolari tipi di virus che possono infettare sia gli animali che gli uomini, causando semplici raffreddori o malattie respiratorie più serie: nel 2003, per esempio, uno di questi causò la cosiddetta malattia SARS, una forma atipica di polmonite che apparse per la prima volta in Cina e infettò più di tremila persone nel mondo, provocando la morte di 775. Sempre un coronavirus nel 2015 causò l’epidemia di un’altra malattia simile alla SARS, chiamata MERS.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha detto che i ricercatori cinesi hanno escluso che il virus che ha causato l’epidemia di questi giorni sia lo stesso della SARS e della MERS, ma ha ammesso che potrebbe essere un tipo differente di coronavirus. Per scoprire quale sia di preciso e se a causare l’infezione sia stato un qualche tipo di animale saranno però necessarie altre ricerche.

Controlli all'aeroporto di Bangkok, in Thailandia, su passeggeri provenienti da Wuhan, in Cina (OLYMPUS DIGITAL CAMERA