• Mondo
  • domenica 5 Gennaio 2020

Ci sono almeno 28 morti per un bombardamento a un’accademia militare di Tripoli, in Libia

Un bombardamento su un’accademia militare di Tripoli, in Libia, ha provocato almeno 28 morti, anche se alcune stime parlano di molti di più: il ministro della Salute del governo riconosciuto dall’ONU ha detto a Reuters che i soccorsi stanno ancora lavorando, e non è ancora stato possibile contare con certezza i cadaveri. Il governo di Tripoli, guidato dal primo ministro Fayez al Serraj, sta subendo dallo scorso aprile una dura offensiva da parte delle forze leali al maresciallo Khalifa Haftar, che controlla la Libia orientale e un pezzo di quella meridionale. Le forze militari alleate del governo di Tripoli hanno accusato quelle di Haftar, che però hanno negato un coinvolgimento nel bombardamento.

Nelle ultime settimane i bombardamenti su Tripoli sono aumentati, e hanno causato la morte di almeno 11 civili nel solo mese di dicembre. A provocare l’escalation sono state le tensioni legate all’approvazione da parte del parlamento turco del dispiegamento di soldati a sostegno delle truppe del governo riconosciuto dall’ONU.

(Hamza Turkia/Xinhua via ZUMA Wire)