(AP Photo/Matt Dunham)

Il nuovo suono degli autobus elettrici di Londra

Sarà riprodotto quando sono fermi e viaggiano a bassa velocità, per farsi sentire dai pedoni: è piuttosto ipnotico

(AP Photo/Matt Dunham)

A partire dal prossimo anno, alcuni degli autobus elettrici di Londra produrranno un suono artificiale quando viaggiano a bassa velocità, in modo da poter essere sentiti quando arrivano alle spalle dei pedoni o agli incroci, riducendo il rischio di incidenti. Il suono è stato elaborato da Zelig Sound, azienda che collabora da tempo con la società dei trasporti di Londra (Transport for London), e a differenza di altre soluzioni con i classici biiip ripetuti, sperimenta un suono più avvolgente e un poco ipnotico.

L’aggiunta del suono ai bus elettrici è conseguenza delle nuove regole dell’Unione Europea, che richiedono ai veicoli elettrici di produrre qualche rumore quando viaggiano a bassa velocità, in modo da compensare la mancanza di un motore a scoppio che produce il classico rumore dei mezzi di trasporto a benzina e diesel. Il regolamento interessa anche il Regno Unito, nonostante stia per lasciare l’Unione Europea attraverso Brexit.

Quando l’autobus sarà fermo, per esempio a un semaforo oppure a una fermata, produrrà questo suono:

Nel momento in cui riprenderà la marcia, produrrà invece un suono lievemente diverso, con l’aggiunta di alcuni elementi rispetto a quello pensato per quando è fermo:

Il suono sarà prodotto dagli autobus elettrici quando viaggiano a una velocità inferiore ai 20 chilometri orari, e dovrebbe avere una rumorosità pari a 56 dB, come previsto dalle regole europee. A velocità superiori, il rumore degli pneumatici sull’asfalto e dell’aria sulle superfici dell’autobus sarà sufficiente per sentire arrivare il veicolo.

Transport for London prevede di applicare il nuovo sistema a un numero limitato di bus attraverso le principali tratte. Un esperimento condotto nei mesi scorsi a Tottenham ha dato risultati positivi, e ha coinvolto anche organizzazioni che forniscono aiuto e assistenza a disabili, persone più a rischio quando ci si trova nei paraggi di un silenzioso veicolo elettrico in movimento.

A Londra circolano circa 8mila autobus a due piani, quelli classici rossi, e solo 200 di questi sono per ora elettrici, quindi il cambiamento riguarderà una piccola frazione dell’intera flotta. L’introduzione dei nuovi suoni consentirà di verificare la loro efficacia in ambienti già di per sé rumorosi, come quelli delle vie più trafficate della città.