• Mondo
  • venerdì 6 Dicembre 2019

Un grosso incendio si sta avvicinando a Sydney, in Australia

È formato da roghi minori che si sono uniti a circa 50 km di distanza; il cielo della città intanto è arancione e pieno di fumo, come mostrano queste foto

Sydney, capitale dello stato australiano New South Wales, è minacciata da un enorme incendio formato dalla confluenza di roghi più piccoli, che nell’ultima settimana si sono allargati soprattutto a causa dei forti venti. I vigili del fuoco hanno spiegato che si tratta di circa 10 fuochi che hanno bruciato un totale di 335mila ettari e che si sono uniti a circa 50 chilometri a nord della città dove, da una settimana, il cielo è rossastro e pieno di fumo, pericoloso per la salute. Molte persone escono indossando maschere, chi lavora all’aperto è stato invitato a restare a casa e, anche a causa della scarsa visibilità, sono stati cancellati gli eventi sportivi del weekend.

Le autorità sono preoccupate soprattutto che le fiamme si dirigano a est, dove ci sono zone molto popolate e anche comunità rurali sparse più difficili da raggiungere. Nel New South Wales ci sono almeno sette incendi a un livello di emergenza, e a causa del fuoco più di 500 case nel raggio di 350 chilometri da Sydney sono rimaste senza elettricità. Ma ci sono anche altre zone alle prese con roghi preoccupanti, come il Queensland dove almeno cinque incendi hanno provocato lo stato d’allerta.

Da inizio novembre gli incendi hanno ucciso almeno 4 persone e distrutto più di 680 abitazioni nell’Australia orientale, con quattro mesi di anticipo rispetto all’inizio della stagione. Secondo le autorità, questo sarebbe dovuto alla siccità, ai venti e a sospetti incendi dolosi.

Sydney, Australia, 6 dicembre 2019 (EPA/PAUL BRAVEN)