Il colore Pantone per il 2020

Blu, "Classic Blue"

PANTONE, l’azienda statunitense che nel tempo ha sviluppato una classificazione di colore diventata tra le più conosciute e importanti al mondo, ha scelto, come fa da 21 anni, il colore che ritiene influenzerà lo sviluppo di prodotti in settori come la moda e il design durante il prossimo anno. Il colore è il Classic Blue, che nella classificazione PANTONE ha il codice 19-4052.  L’azienda lo ha definito un «blu senza tempo, elegante nella sua semplicità», descrivendolo come un colore «rassicurante», che ricorda il cielo al tramonto e «offre la promessa di proteggervi, facendo risaltare il nostro desiderio di avere fondamenta solide su cui appoggiarci e costruire».

View this post on Instagram

Introducing the Pantone Color of the Year 2020, PANTONE 19-4052 Classic Blue, a timeless and enduring blue hue elegant in its simplicity. Suggestive of the sky at dusk, the reassuring qualities of Classic Blue offer the promise of protection; highlighting our desire for a dependable and stable foundation from which to build. As we cross the threshold into a new era, Pantone has translated the hue into a multi-sensory experience to reach a greater diversity of people and provide an opportunity for everyone to engage with the color. We will be tapping into sight, sound, smell, taste, and texture to make the Pantone Color of the Year for 2020 a truly immersive color experience for all. Link in bio to learn more about Classic Blue. #Pantone2020

A post shared by PANTONE (@pantone) on

Leatrice Eiseman, direttrice esecutiva del PANTONE Color Institute, la divisione di PANTONE che tra le altre cose sceglie il colore dell’anno, ha spiegato che il Classic Blue è stato scelto perché offre «solidità e fiducia» di cui abbiamo bisogno per i tempi che stiamo vivendo. «Il Classic Blue – ha detto – ci incoraggia a guardare oltre l’ovvio, per allargare il nostro pensiero; ci sfida a pensare più profondamente, ampliare il nostro sguardo e aprirci alla comunicazione».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.