La Lazio esulta dopo il gol allo scadere di Felipe Caicedo al Sassuolo (Marco Rosi/Fotonotizia)
  • lunedì 25 novembre 2019

La classifica della Serie A dopo la 13ª giornata

Juventus e Inter sono in un campionato a parte, le romane sono in zona Champions League, Napoli e Milan rimangono ferme

La Lazio esulta dopo il gol allo scadere di Felipe Caicedo al Sassuolo (Marco Rosi/Fotonotizia)

La tredicesima giornata del campionato di Serie A 2019/20 si è giocata tra sabato 23 e lunedì 25 novembre. È la prima dopo la sosta dei campionati per le partite delle nazionali ed è iniziata sabato con le vittorie di Juventus e Inter e il pareggio fra Milan e Napoli. Le quattro squadre italiane impegnate questa settimana nel penultimo turno di UEFA Champions League hanno giocato tutte sabato, mentre Roma, Lazio e Fiorentina hanno giocato domenica. Lecce-Cagliari, inizialmente prevista per domenica sera, è stata rinviata per maltempo a lunedì pomeriggio.

Sabato
15.00
Atalanta-Juventus 1-3
56° Gosens, 74° Higuain, 82° Higuain, 92° Dybala
18.00
Milan-Napoli 1-1
24° Lozano, 29° Bonaventura
20.45
Torino-Inter 0-3
12° Martinez, 32° de Vrij, 55° Lukaku

Domenica
12.30
Bologna-Parma 2-2
17° Kulusevksi, 40° Palacio, 71° Iacoponi, 95° Dzemaili
15.00
Roma-Brescia 3-0
49° Smalling, 57° Mancini, 66° Dzeko
Sassuolo-Lazio 1-2
34° Immobile, 45° Caputo, 91° Caicedo
Verona-Fiorentina 1-0
66° Di Carmine
18.00
Sampdoria-Udinese 2-1
29° Nestorovski, 49° Gabbiadini, 75° Ramirez

Lunedì
15.00
Lecce-Cagliari 2-2
30° Joao Pedro, 67° Nainggolan, 83° Lapadula, 91° Calderoni
20.45
Spal-Genoa 1-1
55° Petagna, 57° Sturaro

La classifica della Serie A dopo la tredicesima giornata:

  1. Juventus 35
  2. Inter 34
  3. Lazio 27
  4. Roma 25
  5. Cagliari 25
  6. Atalanta 22
  7. Napoli 20
  8. Parma 18
  9. Verona 18
  10. Fiorentina 16
  11. Torino 14
  12. Milan 14
  13. Udinese 14
  14. Sassuolo 13*
  15. Bologna 13
  16. Sampdoria 12
  17. Lecce 11
  18. Genoa 10
  19. Spal 9
  20. Brescia 7*

* Una partita in meno

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.