(ANSA/CARMELO IMBESI)
  • Italia
  • mercoledì 20 novembre 2019

L’esplosione nel deposito di fuochi d’artificio a Barcellona Pozzo di Gotto

Ha causato quattro morti e alcuni feriti, sembra che sia stata causata per errore da un gruppo di operai

(ANSA/CARMELO IMBESI)

Mercoledì pomeriggio c’è stata una grossa esplosione in un deposito di fuochi artificiali vicino a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina. Secondo le stime riportate da tutti i giornali ci sono quattro morti, mentre sui feriti circolano stime diverse che variano da due a quattro. Il Corriere della Sera scrive che una persona è stata trovata viva fra le macerie dell’edificio, mentre un’altra risulta ancora dispersa.

La dinamica dell’incidente non è ancora stata chiarita. Il comandante dei carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto ha detto che secondo le prime informazioni le esplosioni sono state due e che sarebbero state causate dalle scintille prodotte da alcune saldatrici maneggiate da operai, ma la notizia non è ancora stata confermata da altre fonti. Il deposito apparteneva alla fabbrica di fuochi d’artificio di Vito Costa, piuttosto nota nel settore.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.