• Mondo
  • venerdì 15 novembre 2019

La Commissione europea ha aperto una procedura di infrazione contro il Regno Unito, che non ha indicato un candidato commissario

La Commissione europea ha aperto una procedura di infrazione contro il Regno Unito, per la mancata indicazione di un proprio candidato per il posto di commissario europeo: «In qualità di custode dei trattati» si legge nella nota ufficiale «la Commissione europea ha inviato oggi una lettera di costituzione in mora al Regno Unito per aver violato gli obblighi previsti dal trattato UE non proponendo un candidato per il posto di commissario europeo». Il Regno Unito avrà tempo fino al 22 novembre per dare spiegazioni: «Questo stretto lasso di tempo è giustificato dal fatto che la Commissione deve entrare in funzione il prima possibile», scrive Bruxelles, probabilmente il prossimo primo dicembre. Per ora il governo britannico ha motivato il proprio rifiuto con le elezioni anticipate previste per il 12 dicembre.

(AP Photo/Frank Augstein)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.