Lewis Hamilton nel paddock dopo la vittoria del suo sesto titolo mondiale (AP Photo/Darron Cummings)
  • Sport
  • domenica 3 novembre 2019

Lewis Hamilton ha vinto il Campionato mondiale di Formula 1

Negli Stati Uniti, per la sesta volta in carriera e la terza consecutiva: nella storia della Formula 1 soltanto Michael Schumacher ne ha vinti di più

Lewis Hamilton nel paddock dopo la vittoria del suo sesto titolo mondiale (AP Photo/Darron Cummings)

Il pilota inglese della Mercedes Lewis Hamilton ha vinto il Campionato mondiale di Formula 1 dopo aver concluso al secondo posto il Gran Premio degli Stati Uniti, terzultima gara della stagione. In Texas, Hamilton è arrivato dietro al compagno di squadra Valtteri Bottas e davanti all’olandese della Red Bull Max Verstappen. La Ferrari ha ottenuto soltanto un quarto posto con Charles Leclerc, dopo il ritiro di Sebastian Vettel per la rottura di una sospensione.

  1. Bottas (Mercedes)
  2. Hamilton (Mercedes)
  3. Verstappen (Red Bull)
  4. Leclerc (Ferrari)
  5. Albon (Red Bull)
  6. Ricciardo (Renault)
  7. Norris (McLaren)
  8. Sainz (McLaren)
  9. Perez (Racing Point)
  10. Gasly (Toro Rosso)
  11. Hulkenberg (Renault)
  12. Kvyat (Toro Rosso)
  13. Raikkonen (Sauber)
  14. Stroll (Racing Point)
  15. Giovinazzi (Sauber)
  16. Grosjean (Haas)
  17. Russell (Williams)

Per Hamilton è il sesto titolo in carriera e il terzo consecutivo. Si tratta di un risultato eccezionale grazie al quale ha superato l’argentino Juan Manuel Fangio nella classifica dei piloti più vincenti di sempre in Formula 1. Soltanto un ex pilota gli è ancora davanti, il tedesco Michael Schumacher, con un titolo in più. Nel corso della stagione Hamilton ha ottenuto undici vittorie e tre secondi posti. Ha corso tutti i Gran Premi dall’inizio alla fine e il suo peggior risultato è stato il nono posto in Germania.

La vittoria di Hamilton e anche quella della Mercedes nella classifica costruttori sono state più nette del previsto principalmente a causa delle difficoltà della Ferrari, che ha disputato un mondiale tutto sommato deludente, segnato dai problemi avuti nella prima parte della stagione e poi da troppi errori, sia tecnici che strategici. Vettel e Leclerc si sono ritirati complessivamente in quattro occasioni, hanno vinto soltanto tre Gran Premi e hanno ottenuto quindici piazzamenti fuori dal podio, troppo poco per poter competere con la Mercedes, protagonista invece di un’altra stagione pressoché impeccabile.

  1. Hamilton (Mercedes) 381 🏆
  2. Bottas (Mercedes) 314
  3. Leclerc (Ferrari) 249
  4. Verstappen (Red Bull) 235
  5. Vettel (Ferrari) 230
  6. Albon (Red Bull) 84
  7. Sainz (McLaren) 80
  8. Gasly (Toro Rosso) 77
  9. Ricciardo (Renault) 46
  10. Perez (Racing Point) 44

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.