• Mondo
  • venerdì 18 Ottobre 2019

La coalizione che appoggiava Fabian Picardo, capo del governo uscente di Gibilterra, ha vinto le elezioni anticipate con il 52,5 per cento dei voti

A Gibilterra, cittadina britannica nella punta sud della Spagna, la coalizione formata dal Partito Liberale e dal Partito Laburista Socialista, a cui appartiene il capo del governo uscente Fabian Picardo, ha vinto le elezioni anticipate che si sono tenute giovedì. La coalizione che appoggia Picardo ha ottenuto il 52,5 per cento dei voti, più del doppio degli altri partiti che partecipavano al voto. I Socialdemocratici (di centrodestra) hanno ottenuto il 25 per cento dei voti, mentre il nuovo partito Together Gibraltar (di sinistra) ha ottenuto un sorprendente 20,5 per cento. Quelle di giovedì sono le terze elezioni consecutive vinte da Picardo a Gibilterra.

Le elezioni erano state anticipate di due mesi da Picardo per poter preparare al meglio le misure da prendere in caso di “no deal”, l’uscita senza accordo del Regno Unito dall’Unione Europea. Giovedì mattina il governo britannico di Boris Johnson e i negoziatori europei hanno detto di avere trovato un nuovo accordo su Brexit, che però deve ancora essere approvato dal Consiglio Europeo, dal Parlamento britannico e dal Parlamento Europeo. La data prevista di Brexit è il 31 ottobre.

Fabian Picardo (Jack Taylor/Getty Images)