Una canzone di Paul Buchanan

La prima della nuova newsletter serale scritta da Luca Sofri per gli abbonati al Post

Grazie al tweet di un lettore di questo post sui gusti e la musica, ho cominciato a leggere un libro che conoscevo e stupidamente non avevo mai iniziato. In italiano prese lo sventato titolo di Musica di merda (Isbn, 2014) e ora non si trova perché l'editore ha chiuso (ma in versione digitale sì). Oltre al tema, che è appassionante (quello dei gusti, appunto), inizia con la leggendaria e drammatica storia di quando Elliott Smith finì a cantare alla serata degli Oscar. Lo consiglio molto.
La settimana scorsa ho passato una serata con Michael Stipe: mi sono trattenuto dal condividere altrove il selfie in cui non siamo venuti benissimo, ma scalpitavano queste due perfette didascalie (la seconda è di Luca Misculin del Post):
- That's me in the corner, that's me in the spotlight.
- It's been a bad day, please don't take a picture.

Ho comprato i biglietti per i Pet Shop Boys, Londra, maggio 2020. Qui c'è la storia.

Abbonati al

Questa pagina fa parte dei contenuti visibili agli abbonati del Post. Se lo sei puoi accedere, se non lo sei puoi esserlo.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.