• Mondo
  • giovedì 10 ottobre 2019

La Norvegia non concederà più nuove licenze per vendere armi alla Turchia

La Norvegia sospenderà la concessione di nuove licenze per l’esportazione di armi e materiali bellici verso la Turchia, e sta riesaminando tutte le licenze attive: lo ha detto oggi la ministra degli Esteri norvegese Ine Eriksen Søreide.

«Stiamo seguendo la situazione con grande preoccupazione e rinnoviamo alla Turchia la nostra richiesta di mettere fine all’operazione militare [nel nordest della Siria] e di rispettare le leggi internazionali», ha detto la ministra.
Essendo entrambi membri della NATO (la Turchia lo è dal 1952), la Norvegia finora aveva autorizzato l’esportazione verso la Turchia di armi, munizioni e materiali bellici.

È iniziata l’operazione militare turca in Siria

(Leon Neal/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.