È stata prodotta della carne artificiale nello Spazio per la prima volta

Il 26 settembre è stata prodotta una piccola quantità di carne bovina artificiale sulla Stazione Spaziale Internazionale, in orbita a 339 chilometri di distanza dalla Terra, nello Spazio, per la prima volta. Si tratta di un esperimento svolto nella sezione russa della Stazione per conto dell’azienda israeliana Aleph Farms, in collaborazione con l’azienda russa 3D Bioprinting Solutions. Per produrre la carne è stata usata una stampante 3D in grado di “stampare” materiale biologico, o meglio di costruire un tessuto come succederebbe all’interno del corpo di una mucca partendo da alcune cellule, che erano state preparate sulla Terra e poi portate sulla Stazione. In futuro è possibile che una tecnica simile si possa usare per nutrire gli astronauti, ma al momento portare nello Spazio tutta l’acqua necessaria per produrre un chilogrammo di carne sarebbe proibitivo.

Nel 2015 sulla Stazione Spaziale Internazionale era stata fatta crescere della lattuga: il primo vegetale a essere coltivato nello Spazio e, il 10 agosto di quell’anno, il primo cibo coltivato nello Spazio a essere mangiato, dagli astronauti Scott Kelly, Kjell Lindgren e Kimiya Yui.

Cosa si mangia nello spazio

La Stazione Spaziale Internazionale, il 6 ottobre 2019 (NASA via AP)