• Mondo
  • giovedì 19 settembre 2019

Ryanair potrebbe usare i Boeing 737 MAX dal prossimo marzo, ha detto il suo CEO

Michael O’Leary, amministratore delegato della compagnia aerea Ryanair, ha detto che tra febbraio e marzo 2020 Ryanair potrebbe includere nella sua flotta i Boeing 737 MAX, bloccati a terra dallo scorso marzo dopo due incidenti aerei. Perché i 737 MAX possano tornare a volare saranno però necessarie un’approvazione da parte della FAA, l’agenzia per l’aviazione civile statunitense, e una da parte dell’EASA, l’Agenzia europea per la sicurezza aerea, a cui si dovranno aggiungere altre verifiche più specifiche relative ai modelli MAX 200 usati da Ryanair. O’Leary ha detto che nella migliore delle ipotesi i 737 MAX di Ryanair potranno tornare a volare già a gennaio, ma di ritenere più probabile che tutto avvenga tra febbraio e marzo. Ryanair prevede di far volare circa trenta Boeing 737 MAX entro la prossima estate. Qualcuno ha chiesto a O’Leary se ci fosse un piano B, nel caso in cui Boeing non ottenesse i permessi necessari a far volare i suoi aerei; ha risposto che «non c’è nessun piano B».

(Markus Mainka/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.