Charles Leclerc con il Team principal della Ferrari Mattia Binotto e il resto della squadra dopo la vittoria in Belgio (Dan Istitene/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 1 Settembre 2019

Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio del Belgio di Formula 1

Per la Ferrari è la prima vittoria dell'anno, per Leclerc è la prima vittoria in carriera, alla seconda stagione in Formula 1

Charles Leclerc con il Team principal della Ferrari Mattia Binotto e il resto della squadra dopo la vittoria in Belgio (Dan Istitene/Getty Images)

Charles Leclerc, pilota monegasco della Ferrari, ha vinto il Gran Premio del Belgio di Formula 1, corso domenica pomeriggio sul circuito di Spa-Francorchamps. Leclerc ha concluso i 44 giri della gara — una delle più impegnative della stagione — davanti a Lewis Hamilton e Valtteri Bottas della Mercedes. Per la Ferrari è la prima vittoria nel Mondiale 2019 di Formula 1, mentre per Leclerc è la prima vittoria in carriera, ottenuta a 21 anni e alla sua seconda stagione in Formula 1. Il monegasco è diventato inoltre il più giovane vincitore nella storia della Ferrari.

(Mark Thompson/Getty Images)

L’altro pilota della Ferrari, il tedesco Sebastian Vettel, è arrivato quarto dopo aver perso posizioni negli ultimi dieci giri, ma ha ottenuto il punto addizionale in classifica per il giro più veloce. Non hanno invece concluso la gara Max Verstappen della Red Bull, coinvolto in un incidente alla prima curva con Kimi Raikkonen, Carlos Sainz della McLaren, ritiratosi al terzo giro, Antonio Giovinazzi della Sauber, uscito di pista all’ultimo giro, e Lando Norris della McLaren.

  1. Leclerc (Ferrari)
  2. Hamilton (Mercedes)
  3. Bottas (Mercedes)
  4. Vettel (Ferrari)
  5. Albon (Red Bull)
  6. Perez (Racing Point)
  7. Kvyat (Toro Rosso)
  8. Hulkenberg (Renault)
  9. Gasly (Toro Rosso)
  10. Stroll (Racing Point)
  11. Raikkonen (Sauber)
  12. Magnussen (Haas)
  13. Grosjean (Haas)
  14. Ricciardo (Renault)
  15. Russell (Williams)
  16. Kubica (Williams)

Nei precedenti dodici Gran Premi del Mondiale, la Mercedes aveva ottenuto dieci vittorie: otto con Hamilton, due con Bottas e ben sei “doppiette”. Le uniche due gare non vinte dalla Mercedes sono state vinte dalla Red Bull, in entrambe le occasioni con Verstappen. I successi ottenuti nella prima parte della stagione garantiscono ancora un buon vantaggio sia a Hamilton nella classifica piloti che alla Mercedes in quella dei costruttori. La Ferrari, tuttavia, potrà presentarsi nel migliore dei modi al Gran Premio di casa in Italia, in programma a Monza fra una settimana.

  1. Hamilton (Mercedes) 268
  2. Bottas (Mercedes) 203
  3. Verstappen (Red Bull) 181
  4. Vettel (Ferrari) 169
  5. Leclerc (Ferrari) 157
  6. Gasly (Toro Rosso) 65
  7. Sainz (McLaren) 58
  8. Kvyat (Toro Rosso) 33
  9. Raikkonen (Sauber) 31
  10. Albon (Red Bull) 26

Il fine settimana di gare a Spa è stato segnato dalla morte del pilota francese Anthoine Hubert, coinvolto in un grave incidente sabato, nel corso di gara-1 del Gran Premio di Formula 2. Hubert, che gareggiava con la scuderia BTW Arden International, è uscito di pista in uno dei tratti più veloci del circuito, ha colpito le barriere ed è tornato in pista, dove è stato travolto da una monoposto che lo seguiva. È stato dichiarato morto poco dopo all’ospedale di Liegi per la gravità dei traumi riportati. Aveva 22 anni ed era al debutto in Formula 2. Hubert è stato ricordato prima del Gran Premio di Formula 1 di domenica con un minuto di silenzio in pista a cui hanno partecipato piloti e dirigenti. Leclerc gli ha dedicato la vittoria, dato che i due si conoscevano fin dalle categorie automobilistiche giovanili francesi.

(Getty Images)