• Mondo
  • mercoledì 28 Agosto 2019

In Perù sono stati scoperti i resti di un altro grande sacrificio rituale di bambini

Almeno 227 cadaveri, la terza scoperta di questo tipo in un anno e la più grande al mondo finora: secondo gli archeologi risalgono ad almeno 600 anni fa

Nel nord del Perù sono stati trovati i resti di un sacrificio rituale in cui furono uccisi almeno 227 bambini. Secondo gli archeologi che hanno fatto la scoperta, riporta AFP,  i corpi apparterrebbero a bambini di età compresa tra i 5 e 14 anni. Insieme a quelli dei bambini sono stati trovati anche i corpi di 40 uomini adulti. I corpi sono stati trovati nei pressi di Pampa la Cruz, vicino a Huanchaco, una zona balneare della città di Trujillo, città a circa 800 chilometri a nord di Lima, la capitale del paese. Secondo gli archeologi il sacrificio sarebbe stato compiuto dai Chimú, una civiltà che si sviluppò in Sudamerica tra il 1200 e il 1400 e che venne sconfitta dagli Inca prima dell’arrivo degli europei.

I ricercatori hanno definito questa scoperta il più grande sacrificio umano mai documentato finora al mondo. Nell’aprile del 2018 sempre vicino a Trujillo, a Huanchaquito, era stato fatto un rinvenimento simile e anche allora si era parlato del più grande sacrificio umano di cui esistessero prove: in quel caso erano stati trovati i corpi di 140 bambini, insieme a quelli di circa 200 lama. Due mesi dopo erano stati scoperti altri 56 corpi, proprio a Pampa la Cruz.

Non è chiaro in che periodo preciso sia stato effettuato il sacrificio, ma i ricercatori ritengono che il sacrificio sia stato compiuto in un momento di piogge intense dovute a “El Niño”, cioè l’insieme di fenomeni atmosferici che si verificano ciclicamente nell’oceano Pacifico e che di solito hanno un picco nei mesi di dicembre e di gennaio. Il sacrificio sarebbe stato un tentativo di placare le divinità Chimú e a conferma di questa tesi ci sarebbe, secondo i ricercatori, il fatto che i bambini sono stati seppelliti rivolti verso il mare. L’archeologo a capo della ricerche, Feren Castillo, ha spiegato che gli scavi stanno andando avanti e che potrebbero essere scoperti ancora altri corpi.

I Chimú furono una civiltà precolombiana che si sviluppò a partire dal Decimo secolo, nelle aree in cui oggi ci sono Perù e sud dell’Ecuador, soprattutto sulle aree costiere. Veneravano la Luna ed erano particolarmente bravi ed efficaci nel realizzare canali di irrigazione. Vennero sconfitti definitivamente dagli Inca intorno al 1475, pochi anni prima dell’arrivo dei Conquistadores.