• Mondo
  • giovedì 15 Agosto 2019

Gibilterra ha rilasciato la petroliera Grace 1, fermata il 4 luglio perché trasportava petrolio iraniano, nonostante una richiesta d’emergenza degli Stati Uniti

Gibilterra ha rilasciato la petroliera Grace 1, fermata il 4 luglio perché trasportava petrolio iraniano che si sospettava fosse diretto in Siria, nonostante una richiesta d’emergenza degli Stati Uniti. BBC News spiega che la nave è stata rilasciata per volere del procuratore generale di Gibilterra. La richiesta degli Stati Uniti è esaminata e respinta nel pomeriggio. Le autorità di Gibilterra hanno inoltre concluso le indagini su 4 membri dell’equipaggio apparentemente senza alcuna accusa formale.

Il Regno Unito – di cui Gibilterra fa parte – aveva spiegato di aver sequestrato la petroliera perché sospettava che fosse diretta in Siria, in violazione delle sanzioni dell’Unione Europea contro il regime di Bashar al Assad. L’Iran ha sempre detto di non riconoscere le sanzioni dell’Unione Europea contro la Siria, perché non appoggiate dall’ONU, e aveva chiesto più volte che la nave fosse dissequestrata.

La vicenda della Grace 1 era diventata molto tesa dopo che l’11 luglio era stato arrestato il capitano della nave. L’arresto del capitano era arrivato poche ore dopo che navi iraniane avevano provato a impedire alla petroliera britannica British Heritage di proseguire la propria rotta nello Stretto di Hormuz, tra la Penisola araba e le coste dell’Iran, un posto che di recente è tornato al centro di tensioni fra l’Iran e alcuni stati occidentali.

(AP Photo/Marcos Moreno)