• Mondo
  • martedì 23 luglio 2019

C’è un grande blackout in Venezuela

Dal tardo pomeriggio di lunedì 22 luglio manca la corrente elettrica in buona parte del Venezuela. Il blackout sta interessando 18 dei 23 stati venezuelani e la capitale Caracas, con numerosi disagi per la popolazione e la mancanza di informazioni certe sulla causa dei disservizi. Il ministro dell’Informazione, Jorge Rodrigues, ha attribuito le colpe a un non meglio specificato “attacco elettromagnetico”. Con il peggiorare della situazione economica venezuelana, i blackout sono diventati molto più frequenti e prolungati. Le infrastrutture per il trasporto dell’energia elettrica non ricevono adeguata manutenzione, così come le centrali elettriche. Lo scorso aprile un blackout aveva interessato per ore l’intero paese. Il blackout è solo uno degli enormi problemi, soprattutto economici, che deve affrontare il Venezuela, governato dal presidente Nicolás Maduro, la cui permanenza al potere è contestata dal leader dell’opposizione Juan Guaidó.

Un blackout a Caracas lo scorso 25 marzo (Eva Marie Uzcategui/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.