• Italia
  • martedì 16 luglio 2019

La Corte Costituzionale ha respinto i ricorsi del governo contro le leggi sulla cattura e sull’uccisione di orsi e lupi delle province di Trento e Bolzano

La Corte Costituzionale ha respinto i due ricorsi presentati dalla presidenza del Consiglio contro le leggi sulla cattura e sull’eventuale uccisione degli orsi e dei lupi approvate dalle province di Trento e Bolzano. Lo ha reso noto l’ufficio stampa della Corte Costituzionale, in attesa che la sentenza venga depositata.

Le leggi erano state approvate dalle due province nel 2018 e impugnate successivamente dal governo, che aveva espresso dubbi sulla loro costituzionalità. La Corte Costituzionale ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale, giudicando che le leggi contestate rientrino nell’ambito delle competenze legislative delle due province. «Sono pertanto legittime», si legge nella nota, «le leggi provinciali di Trento (n. 9/2018) e Bolzano (n. 11/2018) che autorizzano il Presidente della Provincia ad adottare provvedimenti riguardanti il prelievo, la cattura e l’eventuale uccisione degli orsi e dei lupi, quando ricorrano le condizioni previste dalla normativa di derivazione europea in materia di conservazione degli habitat naturali».

Orsi avvistati in Trentino (ANSA)