(Scott Heins/Getty Images)
  • Mondo
  • domenica 14 luglio 2019

Il blackout a New York

Una parte di Manhattan è rimasta senza energia elettrica per diverse ore, con qualche problema e qualche bel momento

(Scott Heins/Getty Images)

Sabato sera una grossa porzione di Manhattan, a New York, è rimasta senza energia elettrica per diverse ore a causa di un guasto alla rete elettrica. Il blackout ha riguardato principalmente il West Side, l’area di Manhattan a ovest di Central Park, ed è iniziato poco prima delle sette di sera: nei primi momenti migliaia di persone sono rimaste bloccate in ascensori o treni della metropolitana, mentre per diverse ore i grandi incroci della città sono rimasti senza semafori e cinema e teatri sono stati bui. La situazione ha cominciato a tornare alla normalità solo verso le dieci di sera, gradualmente.

Il New York Times racconta una situazione tutto sommato tranquilla, nelle ore senza energia elettrica. I teatri di Broadway hanno cancellato i loro spettacoli, la polizia ha cercato di deviare il traffico e gestire gli incroci più caotici e migliaia di persone hanno passato qualche ora in bar e ristoranti facendosi luce con i loro cellulari. In più di un’occasione, attori, cantanti e musicisti impiegati negli spettacoli di Broadway sono usciti dai teatri e hanno cantato e suonato sui marciapiedi, intrattenendo passanti e spettatori rimasti senza spettacolo. Altri sono stati meno fortunati, quando i treni della metropolitana su cui viaggiavano si sono fermati al buio in galleria senza una chiara spiegazione: in alcuni casi ci sono voluti 20 minuti per avere le prime informazioni e i primi aiuti.

Il blackout ha riguardato 5 sezioni della rete elettrica di Manhattan e 73.000 utenze in tutto. A causarlo, ha detto il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo, è stata un’esplosione in una sottostazione della rete elettrica, che a sua volta ha causato problemi ad altre sei sottostazioni di Manhattan (semplificando molto: i nodi della rete di distribuzione dell’energia elettrica). A mezzanotte di sabato, ha detto la società che gestisce la rete elettrica di New York Con Edison, il guasto era stato riparato.

Tra il 13 e il 14 luglio del 1977, esattamente 42 anni fa, c’era stato il famoso grande blackout di New York, di dimensioni e conseguenze non paragonabili a quello di ieri. Il blackout cominciò intorno alle 8 di sera, quando due fulmini danneggiarono la rete elettrica e una centrale poco distante dalla città: il guasto ne causò altri, a cascata, e in poche ore quasi tutta New York rimase al buio. Iniziò una notte di violenze, rapine e saccheggi di cui si parla ancora e che è rimasta leggendaria.

Il blackout di New York, 40 anni fa

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.