• Sport
  • domenica 9 giugno 2019

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio del Canada di Formula 1

Sebastian Vettel ha concluso la gara davanti a tutti, ma è stato penalizzato di 5 secondi per aver chiuso Hamilton a pochi giri dalla fine

(Charles Coates/Getty Images)

Il pilota inglese Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio del Canada di Formula 1, corso domenica sera sul circuito Gilles Villeneuve di Montreal. Hamilton ha concluso la gara al secondo posto dietro Sebastian Vettel. Il pilota della Ferrari è stato però penalizzato di 5 secondi dalla giuria per aver chiuso Hamilton all’uscita della curva 4 a pochi giri dal termine: una decisione severa e ampiamente contestata sia dalla Ferrari che dallo stesso Vettel, che al termine della gara non si è presentato alle interviste. Durante le premiazioni Hamilton, fischiato dal pubblico, ha fatto salire Vettel insieme a lui sul gradino più alto del podio.

L’ordine di arrivo del Gran Premio del Canada:

  1. Hamilton (Mercedes)
  2. Vettel (Ferrari)*
  3. Leclerc (Ferrari)
  4. Bottas (Mercedes)
  5. Verstappen (Red Bull)
  6. Ricciardo (Renault)
  7. Gasly (Red Bull)
  8. Hulkenberg (Renault)
  9. Kvyat (Toro Rosso)
  10. Sainz (McLaren)
  11. Giovinazzi (Sauber)
  12. Grosjean (Haas)
  13. Perez (Racing Point)
  14. Raikkonen (Sauber)
  15. Stroll (Racing Point)
  16. Russell (Williams)
  17. Magnussen (Haas)
  18. Kubica (Williams)

* Penalizzato

Per la Mercedes è la settima vittoria nei sette Gran Premi disputati finora in questo Mondiale. Per Hamilton è invece la quinta vittoria, la terza consecutiva.

La classifica piloti:

  1. Hamilton (Mercedes) 162
  2. Bottas (Mercedes) 133
  3. Vettel (Ferrari) 100
  4. Verstappen (Red Bull) 88
  5. Leclerc (Ferrari) 72
  6. Gasly (Red Bull) 36
  7. Sainz (McLaren) 18
  8. Ricciardo (Renault) 16
  9. Magnussen (Haas) 14
  10. Perez (Racing Point) 13

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.