Lo stadio di Lione, dove si giocherà la finale dei Mondiali femminili. (Laurence Griffiths/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 24 Maggio 2019

La FIFA ha un piccolo problema coi biglietti dei Mondiali femminili

Sembra che a diverse centinaia di tifosi siano stati assegnati posti lontani da quelli di amici e familiari con cui avevano comprato i biglietti

Lo stadio di Lione, dove si giocherà la finale dei Mondiali femminili. (Laurence Griffiths/Getty Images)

La FIFA, l’organo che governa il calcio mondiale, ha un problema con l’assegnazione dei biglietti per le partite dei Mondiali femminili che cominceranno il 7 giugno in Francia: molti tifosi si sono lamentati di essere stati separati in posti lontani nonostante avessero acquistato i biglietti insieme. La FIFA ha inizialmente detto che i posti non potranno essere modificati, per poi cambiare in parte versione dicendo genericamente di voler risolvere il problema.

Sembra che il problema abbia riguardato diverse centinaia di persone che avevano acquistato i biglietti con molti mesi di anticipo: la FIFA ha detto che sono coinvolti meno dell’1 per cento dei tifosi della finale e delle semifinali, sui circa 57mila di media di ogni partita.

Secondo la FIFA, al momento dell’acquisto online era stato mostrato agli acquirenti un messaggio che specificava che i posti sarebbero potuti essere assegnati separatamente. È quello che succede quando, come nel caso delle partite dei Mondiali femminili, i biglietti vengono esauriti molto velocemente, e anche acquistandoli nel giro di poche ore dalla messa in vendita il sistema riempie automaticamente i settori assegnando posti che possono essere lontani.

Il problema però ha interessato anche diverse famiglie, i cui genitori sono stati posizionati lontani dai figli. Per loro, la FIFA ha detto di aver riservato oltre 100 posti per partita per poterli accomodare in posti vicini. Non è però chiaro se quei 100 posti a partita basteranno per tutti. Una persona di Portland, Oregon, intervistata dal Wall Street Journal, ha detto di voler chiedere un cambio di posti a qualcuno direttamente allo stadio, per sedersi vicino alla figlia di 12 anni.

Sono oltre centoventimila gli americani che hanno acquistato i biglietti per i Mondiali in Francia, su un totale di 1,3 milioni di biglietti disponibili. Negli Stati Uniti, infatti, il calcio femminile è più popolare che in Europa, e la Nazionale è una delle favorite alla vittoria finale. In diversi hanno segnalato di essere molto seccati dal doversi separare dal proprio partner o dai propri amici per assistere a un evento sportivo di questa portata in un altro continente, e per cui hanno pagato biglietti che in certi casi sono costati alcune centinaia di euro.