Amazon e Google si sono messe infine d’accordo: YouTube avrà una sua app su Fire TV, Prime Video sarà disponibile anche su Chromecast

Amazon e Google hanno annunciato un accordo che mette fine alla loro annosa disputa sulle reciproche limitazioni per Fire TV e Chromecast, i loro rispettivi adattatori da collegare al televisore per vedere contenuti in streaming. L’applicazione di Prime Video, il servizio di Amazon con serie e film tv, sarà disponibile anche per la trasmissione dei contenuti sui Chromecast di Google e sui sistemi con Android TV. Al tempo stesso, Google renderà compatibile la sua applicazione YouTube su Fire TV. L’accordo era atteso da tempo e di fatto rende un po’ più aperti i sistemi per lo streaming sul televisore dei contenuti, a prescindere da chi li realizza e trasmette. Le due aziende avevano già stretto un accordo in precedenza per eliminare limitazioni che impedivano a YouTube di funzionare su Fire TV, seppure non fosse ancora disponibile un’applicazione dedicata vera e propria (funziona attualmente attraverso il browser di Fire TV). Le novità annunciate oggi saranno messe a disposizione degli utenti nei prossimi mesi, ma non sono state comunicate date definitive.

Carsten Koall/Getty Images

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.